Ultime recensioni

mercoledì 2 dicembre 2020

[Recensione] ALLA RICERCA DEL PRINCIPE DRACULA - Kerri Maniscalco

 
Ciao Impertinenti,
oggi vi parliamo del secondo romanzo della quadrilogia scritta da Kerri Maniscalco
Siete pronte a leggere la nostra recensione del libro ALLA RICERCA DEL PRINCIPE DRACULA?

Genere:
Mistery - Historical Thriller
Casa editrice: Mondadori
Data di Uscita: 15 Settembre 2020
Prezzo: € 19.00 - Ebook € 9.99

Trama: Dopo aver scoperto con orrore la vera identità di Jack lo Squartatore, Audrey Rose Wadsworth lascia la sua casa nella Londra vittoriana per iscriversi - unica donna - alla più prestigiosa accademia di Medicina legale d'Europa. Ma è davvero impossibile trovare pace nell'oscuro, inquietante castello rumeno che ospita la scuola, un tempo dimora del malvagio Vlad l'Impalatore, altrimenti noto come Principe Dracula.

Strane morti si susseguono, tanto da far mormorare che il nobile assetato di sangue sia tornato dalla tomba. Così Audrey Rose e il suo arguto compagno, Thomas Cresswell, si trovano a dover decifrare gli enigmatici indizi che li porteranno all'oscuro assassino. Vivo o morto che sia.

#2. ALLA RICERCA DEL PRINCIPE DRACULA
#3. In Fuga Da Houdini
#4. A Caccia Del Diavolo

«In tutta onestà, immagino per lo stesso motivo che ha spinto chiunque altro a venire qui a studiare Scienze forensi. Voglio comprendere la morte e le malattie. Voglio dare pace alle famiglie nei momenti più difficili. Credo che ognuno di noi possegga un dono speciale da offrire al mondo. Si dà il caso che il mio sia leggere i morti.» 

ALLA RICERCA DEL PRINCIPE DRACULA è il secondo romanzo di Kerry Maniscalco che ci racconta le vicende della giovane e temeraria Audrey Rose Wadsworth e dell’affascinante Thomas Cresswell. 
Nel romanzo precedente avevamo lasciato i nostri due protagonisti in partenza per la Romania per andare a studiare presso il castello di Bran nella prestigiosa scuola di medicina forense. 
Sin da subito, il loro viaggio sull’Oriente Express viene sconvolto da un efferato omicidio vicino il loro vagone. Un assassinio particolare, che ricorda vecchi omicidi e rimanda a passate superstizioni. Infatti, sul treno si vocifera che sia tornato l’Impalatore, Vlad III di Valacchia conosciuto meglio come il Conte Dracula. 

«Il mondo è malvagio.» 
Senza lasciarsi scoraggiare dalle occhiate curiose dei passeggeri intorno a noi, Thomas mi scostò una ciocca di capelli dal viso, lo sguardo pensieroso. 
«Il mondo non è né buono, né crudele. Semplicemente esiste. Abbiamo la possibilità di vederlo nel modo in cui preferiamo.» 
 
Audrey Rose è ancora sconvolta dalle vicende dello Squartatore, traumatizzata dalla scoperta fatta durante le indagini tanto da mettere in discussione tutto il suo futuro. Appena arrivati al Castello di Bran, bellissimo imponente e pieno di storia, deve fare subito i conti con la diffidenza verso una donna medico legale. Il direttore e professore Moldoveanu non la considera degna di studiare presso la sua accademia e i compagni non credono sia alla loro altezza. L’unica àncora di salvezza è Thomas che la incoraggia e la sostiene sempre. 
La vita scolastica viene subito sconvolta da un nuovo omicidio e mette Audrey Rose e Thomas di nuovo sulle tracce di un assassino. Questa volta, però, l’omicida si nasconde dietro la leggenda del Conte Dracula e fa leva sulla paura verso antiche credenze. 
Tra corridoi segreti, stanze piene di cadaveri e trappole, i nostri eroi affronteranno una nuova avventura, non senza rischiare la vita ma sempre alla ricerca della verità. 

«È sconcertante quanto la società di oggi sia ottusa. Se una persona guarda sempre agli altri per farsi un’opinione, perde la capacità di ragionare in maniera critica. Il progresso non esisterebbe se tutti apparissimo, pensassimo e amassimo allo stesso identico modo.» 

Kerry Maniscalco riesce a creare un’atmosfera inquietante, ricca di superstizioni e storia. La scrittura è scorrevole e mai pesante anche se il romanzo è abbastanza lungo. 
Come per il precedente romanzo, ho adorato le illustrazioni che danno quel tocco in più e rendono il romanzo più completo. 
In questo libro troviamo una Audrey Rose fragile e ferita, ma sempre piena di grinta e passione per la scienza. Non ha paura di affrontare le sue paure per scoprire la verità. Thomas è sempre lo stesso: arrogante e affascinante ma, durante il racconto, lascia trasparire di più le sue fragilità e il suo profondo affetto per Audrey Rose. 
Mentre nel primo romanzo il rapporto tra Audrey Rose e Thomas è all’inizio, qui piano piano i due imparano a conoscersi sempre di più e scoprono di provare qualcosa di forte e profondo l’uno per l’altra. 

«L’universo è sconfinato, un'equazione matematica che nemmeno io posso sperare di risolvere. Perché le stelle non hanno limiti; i loro numeri sono Infiniti. Ed è l'esatto motivo per cui misuro il mio amore per te attraverso gli astri. È una quantità troppo smisurata per poterla calcolare.» 

Pieni voti anche per questo nuovo capitolo della quadrilogia, che mi ha convinta grazie alla giusta dose di suspance, storia e quel tocco di romanticismo che ci sta sempre bene. Adesso i nostri due fantastici medici forensi si stanno dirigendo in America. Cosa combineranno? Io non vedo l’ora di scoprirlo.
 
 


Nessun commento:

Posta un commento