Ultime recensioni

sabato 21 novembre 2020

[K-Drama e non solo] LE MIGLIORI SERIE TV ASIATICHE DA GUARDARE


Benvenuti a un nuovo appuntamento con la rubrica K- Drama e non solo, le migliori serie tv asiatiche da guardare!
Questa settimana vi consiglio un Thriller, una Commedia Romantica e due Medical Drama.


MISSING: THE OTHER SIDE
Genere: Thriller, Mistery, Fantasy, Drammatico
Regista: Min Yeon Hong
Sceneggiatore: Ban Ki Ri, Jung So Young
Anno: 2020
Episodi: 12
Durata: 1 ora e 10 minuti circa
Cast: Go Soo, Heo Joon Ho, Ahn So Hee, Ha Joon, Seo Eun Soo, Song Geon Hee, Kang Mal Geum, Lee Joo Won, Lee Joo Myung, Ahn Dong Yeob, Ko Dong Ha
Viki: https://www.viki.com/tv/37320c-missing-the-other-side?locale=it



Trama: 
Kim Wook (Go Soo) è un truffatore che guadagna soldi imbrogliando gente ignara.
Ma la sua vita prende una svolta quando cerca di fare i suoi soliti giochetti nel villaggio di Duon. Ben presto si rende conto che le cose stanno andando male in questo sonnolento rifugio rurale, dove le anime dei morti infestano il villaggio.
Incontra Jang Pan Seok (Heo Joon Ho), un losco personaggio che apparentemente cerca persone scomparse.
I due formano un'improbabile alleanza e decidono di entrare nel cuore del mistero e degli oscuri segreti del villaggio.
Gli uomini vengono raggiunti nella loro ricerca da Lee Jong Ah (Ahn So Hee), un piccolo funzionario pubblico di giorno, ma di notte un attivista sociale con brillanti capacità informatiche.
Anche Shin Joon Ho (Ha Jun), un poliziotto con la disperata missione di ritrovare la sua fidanzata scomparsa, si unisce all'avventura.
Questo variegato equipaggio ha quello che serve per scoprire i segreti del villaggio?

"Missing: The Other Side" è una serie drammatica sudcoreana del 2020 diretta da Min Yeon Hong.

Oggi inizio la rubrica parlandovi di un drama che mi ha particolarmente colpita: MISSING: THE OTHER SIDE. È un Thriller che racchiude elementi Fantasy ed è stato davvero una piacevole scoperta!

Kim Wook (Go Soo) è un truffatore con un forte senso di giustizia che, insieme all'amica, esperta informatica, Lee Jong Ah e all'amico d'infanzia Kim Nam Gook, mettono in atto truffe ai danni di loschi individui. Un giorno assiste al rapimento di una ragazza e, mentre cerca di scappare, è vittima di alcuni incidenti che hanno quasi dell'assurdo. Dopo aver rischiato la vita un paio di volte, si sveglia a casa di Jang Pan Seok (Heo Joon Ho), un uomo silenzioso e scontroso che vive in una piccola casa isolata in mezzo al bosco. Quando cercherà di andare via, però, si ritroverà in uno strano villaggio. Presto scoprirà, con non poco stupore, che gli abitanti sono tutti spiriti di persone morte, i cui corpi però non sono stati ancora ritrovati. Da quel momento, Kim Wook e Jang Pan Seok, le uniche due persone in grado di vedere il villaggio e i suoi abitanti, cercheranno di trovare i corpi dispersi di queste anime per dar loro la giusta pace. 


La trama è già di per sé affascinante, ma il modo in cui ogni singolo episodio è costruito, come la storia pian piano si snoda per andare ad abbracciare ogni singolo personaggio, è davvero eccezionale. L'elemento Fantasy è molto presente, e l'idea di questo villaggio, dove le anime dei dispersi possono trovare un po' di pace, è in qualche modo confortante. Ma il filone portante è quello investigativo. I nostri due protagonisti si troveranno a dare la caccia ad assassini e serial killer, pur di liberare le anime degli abitanti del villaggio. Per farlo spesso si troveranno in pericolo, ma grazie all'aiuto di Lee Jong Ah, l'amica hacker di Kim Wook, e a Shin Joon Ho, un detective che cerca disperatamente la sua fidanzata scomparsa, riusciranno a chiudere numerosi casi.


Gli attori erano praticamente tutti volti sconosciuti per me, ma sono rimasta totalmente affascinata e stregata da ognuno di loro. Go Soo e Heo Joon Ho formano una stranissima coppia di cacciatori di cadaveri, e ci regalano alcuni dei momenti più divertenti della serie. Era tantissimo che non incontravo una coppia così ben assortita da bucare letteralmente lo schermo, forse dai tempi di Goblin, dove Gong Yoo e Lee Dong Wook ci regalano momenti epici. Ma il drama è principalmente una serie drammatica, quindi non mancheranno scene di infinita malinconia come di grandissima tristezza. Ho riso e pianto guardando MISSING: THE OTHER SIDE, e mi sono emozionata come non mi succedeva da molto. Ci sono episodi in cui mi sono ritrovata con il cuore spezzato, altri in cui avevo gli occhi lucidi e alcuni che mi hanno fatto versare dei veri e proprio lacrimoni.


Con questo drama ho avuto la conferma che 12 episodi sono il numero perfetto, la storia riesce ad avere uno svolgimento fluido e si arriva al finale senza troppi rallentamenti. 
Ho finito la visione ieri sera, e davvero non riesco a trovare niente che non vada in questa serie. Se devo essere proprio pignola, allora forse l'ultimo episodio è un tantino lento, ma è comunque la puntata conclusiva, dove tutti i personaggi trovano una degna conclusione. Per il resto è tutto perfetto: attori, trama e ritmo. 

Consiglio MISSING: THE OTHER SIDE a chi cerca un Thriller dalle tinte Fantasy fatto davvero bene!

Voto 9 ½



CINDERELLA AND THE FOUR KNIGHTS
Genere: Commedia Romantica
Sceneggiatore: Min Ji Eun, Won Young Shil
Anno: 2016
Episodi: 16
Durata: 1 ora
Cast: Park So Dam, Jung Il Woo, Ahn Jae Hyun, Lee Jung Shin, Choi Min Sung, Son Na Eun
Viki: https://www.viki.com/tv/36746c-cinderella-and-four-knights?locale=it
Netflix: https://www.netflix.com/title/80188605




Trama: 
La vita è dura per la determinata liceale Eun Ha Won (Park So Dam). Quando sua madre muore in un incidente stradale, si ritrova tutta sola al mondo. Ha interrotto i contatti con suo padre e la matrigna - ed è così povera che non ha nemmeno abbastanza soldi per conservare l'urna di sepoltura di sua madre al cimitero. Per di più, ha le imminenti tasse universitarie da pagare...
Imperterrita, decide di destreggiarsi tra le avversità svolgendo un'infinità di lavori strani. Quindi, un fatidico giorno, viene assunta da un giovane di nome Kang Hyun Min (Ahn Jae Hyun). Kang Hyun Min vuole che lei sia la sua ragazza il giorno in cui parteciperà al matrimonio di suo nonno, Kang Jong Du (Kim Yong Gun).
Al matrimonio, Kang Jong Du nota che Eun Ha Won ha una personalità improntata alla concretezza - e decide che sarebbe la perfetta governante (e supervisore) per Kang Hun Min e i suoi due cugini.
Ancora alla disperata ricerca di denaro, ella accetta - e inizia a cercare di domare questi tre giovani viziati! Ma cosa potrà fare quando scopre che tutti e tre i cugini sembrano nutrire dei sentimenti per lei?

CINDERELLA AND THE FOUR KNIGHTS è una commedia romantica abbastanza simpatica e molto leggera, direi quasi anonima. 

Eun Ha Won (Park So Dam - Parasite, Record of Youth) ha perso la madre quando era molto giovane e il padre si è rispostato con una donna che già aveva una figlia. Lavorando come camionista, il padre si assenta molto spesso da casa e la ragazza è costretta a vivere con la matrigna e la sorellastra, che la trattano come Cenerentola: la fanno dormire sul balcone, la costringono a lavorare per pagarsi qualsiasi cosa voglia e la trattano da sguattera. Eun Ha Won però è cresciuta con un carattere forte e deciso, e questo la porterà ad attirare l'attenzione di un uomo molto ricco, che ha 3 nipoti ribelli e ingestibili. Decide quindi di assumere la ragazza, sicuro che riuscirà a rimettere in riga i suoi nipoti. Così Ha Won inizierà a vivere con i 3 ragazzi, cercando in tutti i modi di assolvere alle missioni che le vengono assegnate, per poter riscuotere la ricompensa e riuscire a pagarsi il college. Ma non sarà per nulla facile, visto che i tre coinquilini sono tutt'altro che propensi a cooperare con lei anzi, faranno di tutto per renderle la vita difficile. 


Park So Dam mi piace come attrice, è sempre brava e molto espressiva, e anche qui fa un buon lavoro vestendo i panni di questa Cenerentola dalla grande forza di volontà e dal carattere risoluto e deciso. I tre cugini invece sono interpretati da Jung Il Woo, il burbero e scontroso, Ahn Jae Hyun, il playboy, e Lee Jung Shin, il dolciotto. Ma perché si chiama CINDERELLA AND THE FOUR KNIGHTS se i cugini sono tre? Perché il quarto cavaliere è il segretario, interpretato da Choi Min Sung, sempre presente nella casa e nelle loro vite.


La storia è carina, la narrazione abbastanza scorrevole e gli attori bravi. Niente di trascendentale, ma un drama poco impegnativo che ti fa sorridere e ti tiene compagnia quando non hai voglia di vedere niente di impegnativo. Anche la parte romance non è molto drammatica, con i tre cugini, che come logico, si innamorano tutti di lei.

Consiglio CINDERELLA AND THE FOUR KNIGHTS a chi cerca una drama carino ma leggero.

Voto 7



DR. ROMANTIC
Genere: Medical Drama, Romance
Sceneggiatore: Kang Eun Kyung
Regista: Yoo In Shik, Park Soo Jin
Anno: 2015
Episodi: 20
Durata: 1 ora circa
Cast: Han Seok Kyu, Yoo Yeon Seok, Seo Hyun Jin, Yang Se Jong, Jin Kyung, Im Won Hee, Kim Hong Fa, Choi Jin Ho, Kim Min Jae, Seo Eun Soo, Byun Woo Min, Yoon Na Moo, Jang Hyuk Jin, Kim Hye Eun
Viki: https://www.viki.com/tv/32754c-dr-romantic
Netflix: https://www.netflix.com/title/80998941



Trama: 
Che cosa potrebbe indurre un famoso chirurgo soprannominato la "Mano di Dio" ha rinunciare a tutto? Boo Yong Joo (Han Suk Kyu), una volta, era un chirurgo famoso al culmine della sua carriera in un grande ospedale. Improvvisamente lascia ogni cosa per vivere da solo e lavorare come medico di base in una piccola città. Smette di essere il "Maestro Kim" e si fa chiamare "Dottore Romantico." Kang Dong Joo (Yoo Yeon Seok), spinto ha diventare medico dopo aver vissuto in povertà, cerca pazienti VIP per raggiungere il successo che vuole disperatamente. Yoon Jung Seo (Seo Hyun Jin) è un giovane chirurgo appassionato che è ossessionata da un errore passato e cerca di dare il meglio di sè. Quando Dong Joo e Seo Jung incontrano l'eccentrico Maestro Kim, la loro vita e la loro carriera non sarà mai più la stessa. 

DR. ROMANTIC è un Medical Drama molto bello. 

Kang Dong Joo (Yoo Yeon Seok - Hospital Playlist e Mr. Sunshine) è un giovane medico molto promettente. Nato da una famiglia non benestante, ha lavorato duramente per finire gli studi e passare l'esame di abilitazione come migliore del paese. Quando inizia il suo tirocinio, nel più importante ospedale di Seul, capisce però che le sue abilità non bastano, e viene sempre messo in secondo piano rispetto al figlio del direttore. Per cercare di emergere cercherà di farsi notare tramite un intervento su un paziente VIP, che però non andrà secondo i suoi piani. Verrà quindi spedito in un piccolo ospedale di campagna. Qui dovrà scontrarsi con il primo chirurgo, un uomo scontroso ma dalle capacità fuori dal comune. 
Yoon Jung Seo (Seo Hyun Jin) è un giovane chirurgo con un grande trauma, sia fisico che psicologico. In seguito a un brutto incidente, decide di rifugiarsi in uno sperduto e piccolo ospedale. Qui cercherà di ritrovare se stessa. 
Boo Yong Joo (Han Suk Kyu) era il miglior chirurgo della Corea, l'unico nel paese ad avere tre specializzazioni. Soprannominato "Mani di Dio", adesso vive nell'ombra e, sotto il nome di Maestro Kim, cerca di salvare i suoi pazienti in un piccolo ospedale di provincia. 
Questo piccolo ospedale è il Doldam.


A parte gli attori, che qui sono molti e tutti bravissimi, quello che rende questo drama da non perdere è sicuramente la storia. Ci troviamo in questo piccolo e sgangherato ospedale, dove questo fenomeno di dottore va contro tutto e tutti pur di salvare i suoi pazienti. A supportarlo c'è tutto il team dell'ospedale, a partire dal direttore, fino agli infermieri e al segretario amministrativo. Tutti lo seguono e lo stimano. Tutti lo rispettano. Perché lui è il Maestro Kim. E quando due giovani chirurghi metteranno piede in questo ospedale, inizieranno i problemi e gli intrighi politici. 


Non avevo mai visto recitare Han Suk Kyu, ma ne sono rimasta molto colpita. Riesce alla perfezione a vestire i panni di questo genio del bisturi con un bruttissimo carattere, sempre pronto a rispondere per le rime a chi osa andargli contro. Anche Seo Hyun Jin, che veste il ruolo della protagonista femminile, mi ha piacevolmente stupita. Riesce a entrare nel personaggio della ragazza instabile e all'apparenza incostante, senza però diventare antipatica. Yoo Yeon Seok è sempre una garanzia, e anche qui ci regala un personaggio meraviglioso. Kang Dong Joo è un ragazzo deluso e arrabbiato con il mondo, ma che riesce a mettere da parte il suo orgoglio per imparare dal maestro e per proteggere le persone che ama. 


Mi è piaciuto molto questo drama, perché a parte i protagonisti, è inevitabile affezionarti a tutti i dipendenti dell'ospedale Doldarm: la capo sala Oh Myung Shim, il direttore Yoo Woon Yeong, l'amministratore Jang Gi Tae, l'anestesista Nam Do Il e l'infermiere Park Eun Tak (dal sorriso più dolce del mondo 😍). È una grande famiglia che mi ha conquistata e di cui ho sentito la mancanza da subito. Il loro affetto, la loro lealtà, il loro coraggio e la loro volontà. Insieme sono il motore portante della serie e il motivo per cui non c'è un momento di noia durante la visione. 
Impossibile non nominare Yang Se Jong (Thirty But SeventeenMy Country: The New Age)  che qui interpreta il personaggio secondario maschile. Do In Bum è un ragazzo all'inizio antipatico e un po' meschino ma che, puntata dopo puntata, non potrà fare a meno di farsi coinvolgere da questa grande e unita famiglia. 


La love story c'è e parte con il botto, anche se non è tutto oro quello che luccica e lo scopriremo molto presto. La loro storia non sarà semplice, e dopo un inizio complicato e travagliato, finalmente i due ci regaleranno un finale molto dolce. 
I casi che i nostri medici dovranno affrontare saranno molti e spesso difficile, ma lo scoglio più duro da superare saranno le macchinazioni e gli imbrogli che alcuni personaggi esterni porteranno in casa loro. Ma i nostri eroi non si faranno scoraggiare e combatteranno, con le unghie e con i denti, fino alla fine.
Due paroline veloci devo spenderle anche per le OST della colonna sonora che, tra la prima e la seconda stagione, ci regalano dei brani davvero belli. 

Consiglio DR. ROMANTIC a chi ama i Medical Drama ben strutturati, con una storia e un cast davvero notevoli, e con un ottimo ritmo narrativo che ti rapisce dalla prima puntata (che regala davvero tante gioie 😁). 


Voto 8 ½


DR. ROMANTIC 2 
Genere: Medical Drama,Romance, Melodramma
Sceneggiatore: Kang Eun Kyung
Regista: Yoo In Shik
Anno: 2020
Episodi: 16
Durata: 1 ora e 10 minuti circa
Cast: Han Seok Kyu, Ahn Hyo Seop, Lee Sung Kyung, Kim Joo Heon, Shin Dong Wook, So Joo Yeon, Yoon Na Moo, Jin Kyung, Im Won Hee, Byun Woo Min, Kim Min Jae, Lee Gyu Ho, Choi Jin Ho
Viki: https://www.viki.com/tv/36929c-dr-romantic-2



Trama: 
Kim Sa Bu si è guadagnato la fama di grande chirurgo ad un grande ospedale. Un giorno, ha lasciato l'attività ed è diventato capo chirurgo all'Ospedale Doldam nella campagna. Dopo aver condotto un'operazione di successo sul patron Shin, ha l'opportunità di migliorare l'ospedale con affidabile sostegno. Ma quando il patron Shin muore, nuove persone compaiono ed i suoi studenti devono lasciare l'ospedale. Inoltre, il suo polso infortunato 3 anni prima, inizia a comportarsi stranamente. Successivamente, si reca lui stesso presso un grande ospedale a risolvere il problema della manodopera all'Ospedale Doldam e trova due persone che assomigliano ai suoi vecchi studenti ma molto più carenti. Seo Woo Jin farebbe di tutto per i soldi mentre Cha Eun Jae scappa ogni volta che entra nella sala operatoria. Sarà Kim Sa Bu in grado di gestire l'Ospedale Doldam con quei due?

In questa seconda stagione, a parte la coppia protagonista e un paio di specializzandi nuovi, ritroviamo lo stesso identico cast della stagione precedente. Anche la storia riprende da dove l'avevamo lasciata. 
Non perderò molto tempo a parlarvi di DR. ROMANTIC 2 perché mi ha un po' delusa. Mi aspetto di trovarmi qualcosa di simile ma non credevo avessero cercato di clonare la prima stagione riuscendo solo a farne una brutta copia. Gli episodi e le vicende sembrano essere le stesse, tanto da farti provare un senso di déjà-vu, solo che la narrazione e il ritmo sono molto più lenti e la storia estremamente più drammatica. Infatti è stato aggiunto il genere Melodramma a quelli preesistenti. Anche la storia d'amore tra i due protagonisti è "moscia", tanto che mi sono appassionata più alla coppia secondaria. E ho detto tutto!


Non mi dilungo neanche per parlarvi degli attori, che comunque sono sempre bravi e stanno nella parte. Qui il problema è proprio la storia. Hanno cercato di cavalcare l'onda del successo della prima stagione ma hanno fatto un pessimo lavoro, a mio parere. Anche il poster di presentazione è praticamente identico, sembra quasi la stessa scena dove hanno sovrapposto i nuovi protagonisti con un fotomontaggio. Fantasia portami via...

Credo che tanto del successo che ha avuto sia stato per i due attori scritturati come coppia primaria. Ahn Hyo Seop (Thirty But Seventeen - Abyss) e Lee Sung Kyung (Weightlifting Fairy Kim Bok Joo) sono infatti due volti molto noti e amati nei drama romance. Entrambi con quei visi angelici e innocenti, hanno comunque fatto bene il loro lavoro. Non è colpa degli attori se il copione è da bruciare. 
Ho anche aspettato con trepidazione il cameo di Yang Se Jong, ma niente, anche quella è stata una gioia davvero troppo fugace e un pochino sciapa.


Quel poco che si salva di Dr. Romantic 2 sono Kim Min Jae (l'infermiere Tak) e So Joo Yeon (la nuova specializzanda), che insieme sono una coppia di tenerelli incredibile. 😍

Consiglio DR. ROMANTIC 2 a chi... no, personalmente non lo consiglio. Fermatevi alla fine della prima stagione. Fidatevi di Karin!!! 

Voto 5

2 commenti:

  1. Anche a me è piaciuto molto di più Dr Romantic 1 ma non tanto da bocciare la visione della seconda stagione. Personalmente non mi ha fatto impazzire ma non l'ho trovata brutta, secondo me il fatto di averli visti uno dietro l'altro ti ha penalizzato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di sicuro hai ragione, guardare la seconda stagione subito dopo la prima, che poi mi è piaciuta così tanto, aveva alzato di tanto le mie aspettative e quindi anche la conseguente delusione. Se fosse stata una serie a se avrei di sicuro dato un voto più alto. Però sono tante le cose che non mi sono piaciute, tante le scelte a mio parere discutibili e scontate.
      Poi c'è sempre il fattore gusto personale. ♥

      Elimina