Ultime recensioni

mercoledì 22 aprile 2020

[Recensione] LEGATI DALL'ODIO - Cora Reilly



Ciao Amiche Impertinenti!
Oggi vi parliamo del romanzo LEGATI DALL'ODIO, terzo capitolo della serie Mafia Romance “Born in Blood Mafia Chronicles" di Cora Reilly.
Finalmente conosciamo la storia di Gianna e Matteo. Siete curiose di sapere cosa ne pensiamo???



Genere: Mafia Romance
Casa editrice: Hope Edizioni
Data di Uscita: 03 Aprile 2020
Prezzo: € 12.90 - Ebook € 3.99

Sinossi: Quando Gianna vede sua sorella Aria sposare Luca Vitiello, il Capo della Famiglia di New York, un uomo che conosce a malapena, promette a se stessa che non subirà mai lo stesso destino.
Al matrimonio del fratello Luca, Matteo Vitiello rivede Gianna e decide che lei dovrà essere sua.
Quando le nozze vengono combinate, a Gianna non resta che accettare la volontà degli Uomini d’Onore. Lei, però, non ha intenzione di piegarsi alle leggi del mondo della Mafia e sposare qualcuno che non ama, quindi, qualche mese prima dal matrimonio, scappa, eludendo la sorveglianza della sua guardia del corpo.
Giunta in Europa è pronta a cominciare una nuova vita, ma non ha fatto i conti con la determinazione di Matteo che vuole ritrovarla a ogni costo.
E quando Matteo riuscirà nel suo intento, nulla gli impedirà di usare ogni arma in suo possesso per piegare Gianna alla sua volontà e dimostrarle che lei è sua.

BORN IN BLOOD MAFIA CHRONICLES Series
#1. LEGATI DALL’ONORE (Bound byHonor)
#2. LEGATI DAL DOVERE (Bound byDuty)
#3. LEGATI DALL’ODIO (Bound by Hatred)
#4. Bound by Temptation
#5. Bound by Vengeance
#6. Bound by Love
#7. Bound by the Past


LEGATI DALL’ODIO è il terzo capitolo della serie “Born in Blood Mafia Chronicles” di Cora Reilly e diciamoci la verità è il romanzo che tutte noi, amanti della serie, stavamo aspettando. Abbiamo conosciuto Gianna e Matteo nel primo libro “Legati dall’Onore” e nel secondo “Legati dal dovere” sono presenti in poche righe ma già ci avevano fatto capire che tra i due c’erano scintille e che ce ne avrebbero fatte vedere delle belle. Ebbene, Matteo e Gianna non ci hanno deluso. 

La scrittura della Reilly è semplice e scorrevole e la trama, come sempre, è articolata e coinvolgente, piena di azione e amore. Al contrario del romanzo precedente, dove la storia era narrata dalla protagonista femminile, questo libro è raccontato attraverso il punto di vista alternato dei due protagonisti, che ci dà la possibilità di capire meglio i loro stati d’animo e i loro sentimenti. 

Matteo è il fratello minore di Luca Vitiello, capo della Famiglia di New York, e ha deciso che sposerà Gianna Scudieri sia che lei lo voglia o no. 
Come abbiamo notato nei libri precedenti, le donne della mafia sono considerate oggetti che non possono avere un’opinione e devono essere sempre silenziose e discrete. Gianna è tutto l’opposto e un matrimonio combinato per lei è impensabile, una gabbia in cui non vuole essere rinchiusa. A lei non è mai piaciuto il mondo della mafia, le sue imposizioni e le sue rigide regole. Per evitare il matrimonio combinato con Matteo per cui prova una forte attrazione ma che crede, a ragione, un assassino spietato, e per non sottostare più alle regole del padre, decide di scappare. Aiutata dalla sorella Aria, moglie di Luca, si procura un passaporto falso e dei contanti e scappa. Per sei mesi vive come una fuggitiva, usando pseudonimi si sposta da una città all’altra dell’Europa pensando di aver trovato finalmente la libertà tanto cercata.

Matteo da parte sua non può lasciare che la sua fidanzata scappi e lo renda debole davanti agli occhi della mafia. Ma soprattutto vuole Gianna e non si fermerà finche non l’avrà trovata. Quando Gianna viene trovata da Matteo e riportata a casa a Chicago dalla sua famiglia le cose per lei sono pessime. È trattata da traditrice e Matteo, per salvarla da una vita orrenda, decide di sposarla comunque e portarla a New York con lui.
Per Gianna il matrimonio è una gabbia ma con Matteo forse non sarà così brutta.

Avevo una voglia matta di leggere questo libro perché pensavo che la chimica fra Gianna e Matteo fosse pazzesca e devo dire che non mi sbagliavo. Quando sono insieme, sono sempre scintille e fuochi d'artificio e il loro amore/odio l’ho adorato.
Gianna ha un temperamento infuocato, è coraggiosa e ha spina dorsale. L’ho trovata, però, anche molto immatura, testarda e orgogliosa. Capisco la sua voglia di fuggire da una vita che non crede sua, ma per farlo se ne frega di tutti e per questo l’ho trovata egoista. La sua testardaggine e il suo orgoglio le impediscono di ammettere i suoi sentimenti per Matteo e soltanto la perseveranza di quest’ultimo le dona il lieto fine.
Matteo è un assassino ma non nasconde la sua natura. Ha senso dell’umorismo, è paziente con Gianna anche quando prima lo bacia e poi lo respinge ma è anche molto impulsivo e presuntuoso. Il suo personaggio mi è piaciuto molto. Sin dall’inizio afferma di volere Gianna e fa di tutto per averla, la sposa e le dà tutto anche il suo cuore che lei, a volte per paura di sembrare debole, calpesta.
La persona che non mi è piaciuta in questo romanzo è Luca. L’ho trovato molto arrogante e cattivo nei confronti di Gianna. Pensa che non sia la donna adatta a Matteo e non si fa scrupoli a farglielo sapere anche in malo modo. Solo alla fine torna il Luca che abbiamo conosciuto e la tratta come una di loro.

Vi consiglio questo terzo romanzo della serie perché è un mafia romance ricco di azione, passione e fa riflettere sul vero senso della parola “libertà”.




Nessun commento:

Posta un commento