Ultime recensioni

lunedì 20 aprile 2020

[Recensione] DIMMI PER SEMPRE DI SI' - Kristen Ashley

Buongiorno Impertinenti!
Oggi Maria ci parla di DIMMI PER SEMPRE DI SI' di Kristen Ashley.


Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Newton Compton
Data di Uscita: 30 Marzo 2020
Prezzo: € 9.90 - Ebook €4.99

Sinossi: Ava odia gli uomini, e ha giurato non solo di tenerli a distanza, ma anche di vendicarsi di un bugiardo che ha spezzato il cuore alla sua migliore amica. Ava è sul punto di ingaggiare come investigatore privato Luke, il suo primo amore, ma si rende subito conto che è ancora troppo coinvolta per trascorrere del tempo insieme a lui. Per questo sta quasi per lasciar perdere, quando Luke la ferma: ha capito che Ava sta combinando qualcosa, e non vuole che si cacci nei guai. Peccato che convincerla a dargli fiducia sarà tutt’altro che semplice. Lo scontro tra i due comincia, ma Luke ha un vantaggio: ha delle manette, e non ha paura di usarle.

Rock Chick Series 5

ROCK CHICK Series
#1. DIMMI CHE SARA’ PER SEMPRE (Rock ChicK)
#2. DIMMI CHE CI SEI (Rock Chick Rescue)
#3. DIMMI CHE CAMBIERAI (Rock Chick Redemption)
#4. DIMMI CHE LO VUOI (Rock Chick Renegade)
#5. DIMMI PER SEMPRE DI SI’ (Rock Chick Revenge)
#6. Rock Chick Reckoning
#7. Rock Chick Regret
#8. Rock Chick Revolution

Ragazzuole impertinenti, quante di voi aspettavano come me l'arrivo della storia di Luke, il macho più macho della Nightngale Investigations? 
Finalmente la Newton, dopo averci fatto penare d'attesa, ci ha accontentate. 
Ed eccolo qua, il nostro omaccione dagli occhi blu alle prese con una sua vecchia conoscenza, una vicina di casa che conosce da quando era poco più di un ragazzino, da sempre innamorata di lui (e come darle torto). 
Di Luke sappiamo già tutto o quasi. Insomma, sappiamo che è un figo da paura, che parla poco ma quando lo fa ci fa drizzare i peli sulle braccia e non solo, che è un investigatore cazzuto, duro e senza scrupoli. E ce lo facciamo bastare anche perché la Ashley non approfondisce oltre, se non di poco, il suo personaggio. 
Ava, invece, è una Rock Chick a tutti gli effetti. Con un passato da "Cicciona cicciona", la nostra protagonista dice addio alle schifezze e riesce a perdere trentacinque chili diventando una sventola da urlo con chili di braccialetti d'argento, cinturoni e le immancabili infradito. Ovviamente è un tipo strambo, che pensa una cosa e ne fa dieci, poco incline a eseguire gli ordini, con un odio verso gli uomini e un patto segreto con i vibratori. 
Quindi: Denver città, Ava nei casini, Luke e tutta l'agenzia di Lee a proteggerla, Indy e le altre Rock Chick insieme a Shirleen, Tex e gli altri a darle man forte, manette, pistole e sesso da urlo. Miscelate il tutto e il cocktail Dimmi sempre di sì è servito. 
Se siete arrivate a questo quinto capitolo potete ben immaginare quali siano le peripezie che sfiorano l'assurdità che vi attendono e in questo caso la Ashley non si è certo risparmiata, anzi, ce ne farà vivere davvero delle belle, facendoci alzare spesso gli occhi al cielo. 
Ma non è proprio per questo che l'amiamo? 
Devo dire, però, che per Luke mi aspettavo qualcosina in più, almeno per come ci era stato presentato e fatto conoscere nei capitoli precedenti. Ava è un tipo tosto ma i suoi continui dubbi a un certo punto mi hanno fatto sbuffare anche perché non li ho giustificati del tutto. Per il nostro Stark avrei preferito un altro tipo di ragazza e una storia meno superficiale, come lo è stata ad esempio quella tra Jet e Eddie che resta ancora la mia preferita. Le mie aspettative sono state un tantino deluse.
Bello rincontrare tutti gli altri personaggi, un po’ come tornare a casa dopo tanto tempo e rincontrare i vecchi amici: Daisy, Shirleen, Tex, Sminthie, Tod, Duke e gli altri. 
Ci sono anche delle new entry, una delle quali credo rivedremo: parlo di Ren, anche lui fighissimo (e che ve lo dico a fare) e tostissimo. 
Come sempre è stata una lettura spassosa, divertente e che a tratti mi ha intenerita, un toccasana in questo periodaccio di clausura. 
Per chi non segue la serie e ha deciso di leggere solo questo, beh dico che sì il romanzo si può leggere da solo perché ogni storia è autoconclusiva e centrata sui due protagonisti, però consiglio vivamente di partire dai capitoli precedenti per conoscere i personaggi secondari e inevitabilmente affezionarsi a loro, aspetto che ritengo fondamentale per poter apprezzare a pieno questo tipo di lettura. 
È il caso di dirvi: buon divertimento!



Nessun commento:

Posta un commento