Ultime recensioni

lunedì 16 dicembre 2019

[Recensione] LEGATI DAL DOVERE - Cora Reilly



Buongiorno Amiche Impertinenti!
Oggi vi parliamo di LEGATI DAL DOVERE, secondo capitolo della serie “Mafia Chronicles" di Cora Reilly
Siete pronte a conoscere Dante Cavallaro?


Genere: Mafia Romance  
Casa editrice: Hope Edizioni 
Data di Uscita: 29 Novembre 2019 
Prezzo: € 12.90 - Ebook € 3.99

Sinossi: Sono passati quattro anni da quando Dante Cavallaro è rimasto vedovo. Ora, L’Organizzazione è pronta a eleggerlo come Capo e ogni Uomo d’Onore che si rispetti ha bisogno di una moglie accanto in grado di dargli un erede. Valentina pare la scelta perfetta: giovane, anche lei vedova, proveniente da una famiglia rispettata. Tutti requisiti perfetti per un matrimonio di convenienza.

Valentina sogna un matrimonio in piena regola, desidera un rapporto coniugale che vada oltre l’indifferenza, vuole un marito che la soddisfi. Dante deve starle alla larga, non può permettersi di provare attrazione verso sua moglie, figuriamoci dei sentimenti.


In una Chicago che la vorrebbe solo come moglie trofeo, Valentina dovrà fare i conti con il passato, che torna a bussare alla porta e con un marito che vorrebbe conquistare, che la guarda come se non esistesse, ma la possiede come se fosse stata sua da sempre.

"Born in Blood Mafia Chronicles Series"
1. LEGATI DALL’ONORE (Bound by Honor)
2. LEGATI DAL DOVERE (Bound by Duty)
3. Bound by Hatred
4. Bound by Temptation
5. Bound by Vengeance
6. Bound by Love
7. Bound by the Past

Appena è stata annunciata la data d’uscita di LEGATI DAL DOVERE, secondo capitolo della serie “Born in Blood Mafia Chronicles”, ero elettrizzata perché ero convinta si trattasse della storia di Gianna e Matteo. Potete capire la mia delusione quando ho letto che i protagonisti erano Valentina e Dante. Ma, dopo solo poche pagine, mi sono resa conto di essere stata stupida a sottovalutarli.

Ho amato LEGATI DAL DOVERE dall’inizio alla fine e non riuscivo a smettere di leggere; mi dicevo che quella sarebbe stata l’ultima pagina e invece continuavo la lettura perché ero troppo curiosa di conoscere gli sviluppi della storia. La narrazione è fluida e, anche se è interamente raccontata attraverso il punto di vista di Valentina, è riuscita a coinvolgermi molto. Durante la lettura non sono mancati i colpi di scena che mi hanno fatto apprezzare tutto ancora di più.

La storia tra Dante e Valentina è molto complessa. Entrambi, infatti, sono già stati sposati, ma i rispettivi coniugi sono defunti: la moglie di Dante è morta da quattro anni, mentre il marito di Valentina solo di recente.

Valentina non ha mai amato suo marito, ma era legata a lui da un profondo affetto, mentre Dante si era sposato per amore e aveva adorato Carla per tutti e dodici gli anni del loro matrimonio finché non gli è stata portata via dal cancro.

Dante tra poco diventerà il nuovo capo della mafia di Chicago poiché il padre andrà in “pensione”. Su insistenza di quest’ultimo, non avendo generato nessun erede dal matrimonio con Carla e avendo paura che il futuro capo sembri debole di fronte ai suoi uomini, decide di risposarsi e la scelta ricade su Valentina.

Valentina, dopo il primo matrimonio fatto solo di amicizia e pieno di segreti, spera di instaurare con Dante un bel rapporto che possa sfociare in futuro in amore. Già dalla prima notte di nozze, però, si rende conto che non sarà affatto facile entrare nel cuore di Dante. Lui non ha alcun interesse nel rivendicare i suoi diritti come marito né tantomeno ha la voglia di conoscerla come persona. Valentina, però, è tenace e coraggiosa, vuole un matrimonio vero e fa di tutto per ottenerlo.

Valentina è un personaggio che mi è piaciuto tantissimo. È una donna forte, bella e intelligente. Ha un forte senso della famiglia ed è estremamente leale con le persone che ama. Ho sofferto insieme a lei per la freddezza, per le parole pungenti e l’indifferenza di Dante. Credetemi delle volte l’avrei preso a sberle al posto di Valentina, mentre lei abbozzava e si richiudeva nel suo dolore.

Dante è un uomo difficile, freddo che non mostra nessuna emozione. È il capo della mafia di Chicago, non è una brava persona e all’inizio allontana Valentina in tutti i modi. Solo alla fine il suo muro di gelo viene scalfito e Valentina riesce a fare breccia nel suo cuore.

Tra Dante e Valentina c’è molta chimica, e la si nota durante le scene passionali tra i due che durante il racconto non mancano.

L’unica cosa che mi ha un po' lasciato l’amaro in bocca, ma che non toglie nulla alla bellezza del romanzo, è che Dante non ha mai espresso a parole il suo amore per Valentina. Sì, parlare di sentimenti non fa parte del personaggio di Dante, ma almeno alla fine avrei amato un bel “Ti Amo Valentina” detto col cuore.

Cora Reilly si conferma una garanzia sul mafia-romance e non vedo l’ora di leggere il prossimo capitolo di questa bellissima serie.





Nessun commento:

Posta un commento