Ultime recensioni

sabato 30 marzo 2019

[Recensione: fumetto impertinente] INDOMITE. Storie di donne che fanno ciò che vogliono - Pénélope Bagieu

Chi conosce la storia della donna barbuta? Sapete chi è l’antenato del nostro bikini?! Lo sapevate che in Cina ha regnato una donna?! Lettori italiani, non potete proprio perdervi INDOMITE. Storie di donne che fanno ciò che vogliono di Pénélope Bagieu, una graphic novel adatta a uomini, donne e bambini!

Graphic Novel
Casa editrice: Bao Publishing
Data di Uscita: 2018
Prezzo: € 20.00

Sinossi: Le battaglie individuali di certe donne sono diventate parte della lotta di tutte le donne. Ecco quindici storie di vittorie conseguite quando solo l'idea di opporsi allo status quo era inconcepibile. Oggi è più importante e necessario che mai che ciascuno le porti con sé.

Pénélope Bagieu, autentica star del fumetto francese nota in tutto il mondo, compila una raccolta in due volumi di biografie di donne celebri per le battaglie che hanno condotto. Dalla creatrice dei Mumin a Joséphine Baker, dalla prima donna transgender all’inventrice del moderno costume da bagno, questo libro non può non risvegliare le coscienze e l’orgoglio di chiunque sia consapevole di beneficiare di diritti per i quali altre, in passato, hanno lottato coraggiosamente. Un volume importante, dalla narrazione efficacissima, delizioso. Un libro necessario, a tutti.



Pénélope Bagieu ha raccontato quindici storie di donne con semplicità e ironia. Attraverso mini biografie e illustrazioni, col suo stile dal tratto deciso e dai commenti pungenti, l’autrice ha creato una piccola perla apprezzabile da grandi e piccini. Pénélope è riuscita a essere originale prendendo donne sconosciute (almeno alla maggior parte di noi) e a nutrire così la nostra curiosità. Chi conosce la storia della donna barbuta? Sapete chi è l’antenato del nostro bikini?! Lo sapevate che in Cina ha regnato una donna?! 

Ecco, Pénélope ha regalato storie nuove, originali e, se vogliamo, ancora più straordinarie. Donne che non avevano niente, o che avevano una vita esattamente come tutte le altre, ma grazie a coraggio, caparbietà e tanto menefreghismo verso le regole, hanno scelto di fare ciò che volevano, desideravano e sognavano. È per questo che INDOMITE va letto da donne, uomini e bambini. È una graphic novel che insegna, fa riflettere (ovviamente), ma anche appassionare e imparare. INDOMITE non è un libro sul femminismo, no, racconta storie di donne che hanno lottato semplicemente per avere uguaglianza. E la lotta per l’uguaglianza è di ogni individuo, oggi sono le donne, domani possono essere i calvi, tutti desideriamo solo avere le stesse opportunità, gli stessi diritti, le stesse sorti. INDOMITE ha raccontato la storia di quindici persone che hanno dato un bel calcio in C… a chi gli imponeva ordini. Persone, individui, non per forza donne. C’è chi ha dimostrato di essere più intelligente e furbo, ma poiché non eguale davanti alla legge, ha dovuto lottare e dimostrare di più. C’è chi a testa alta ha dimostrato di non avere niente di cui vergognarsi, seppure l’opinione della massa era contraria. E c’è chi semplicemente ha deciso cosa fare della sua vita, cambiando idea e compagni di vita dieci volte, ma con la coerenza sempre verso se stessi.


Ma andiamo più nel dettaglio: 
Si inizia con Clémentine Delait, la donna barbuta, vissuta a cavallo tra l’800 e il 900, che diventò celebre per la sua… barba, ma soprattutto per essersene fregata altamente del giudizio della gente, tanto da diventare la mascotte dei fanti francesi durante la prima guerra mondiale. 

Proseguiamo con Nzinga, vissuta nel ‘500 nell’attuale Angola, divenuta la donna che riuscì a tenere testa agli invasori europei per quarant’anni. 

E ancora leggiamo di Margaret Hamilton, la strega dell’ovest del film Il mago di Oz, arrivando poi alle Las Mariposas, le sorelle che diventarono simbolo della rivoluzione nella Repubblica Domenicana negli anni ’60.  Nel pieno ‘800 nasce Josephina van Gorkum, la donna testarda e innamorata che se ne è fregata delle imposizioni e ha trovato il modo (originale) per stare accanto all’amato per sempre. E arriva Lozen, la guerriera Apache che non si è mai arresa. Annette Kellerman ha rivoluzionato la vita a tutte le donne: «liberandole dai loro corpi.»; Delia Akeley ha nutrito le sue aspirazioni e ha attraverso ed esplorato il continente africano, da sola con una scimmia! Joséphine Baker ha lottato per quello che desiderava e ha alzato la testa contro razzismo e maschilismo. Tove Jansson ha regalato un’infanzia meravigliosa grazie alle sue illustrazioni a milioni di bambini in tutto il mondo e poi… si è ritirata per inseguire il suo sogno di vivere una vita tranquilla e piena di divertimento. Agnodice, ad Atene nel 350 a.C., è stata la prima a lottare per le pari opportunità (Tiè, 2019 e ancora siamo qui a parlarne?!). Leymah Gbowee ha vinto il nobel per la pace nel 2011, mica a caso eh! Giorgina Reid è riuscita a salvare l’insalvabile, alla faccia di chi non le credeva. Christine Jorgensen nasce col nome di George, ma il suo corpo le era stretto e ha deciso di agire, modificando ciò che non le andava bene. E infine Wu Zetian che da concubina dell’imperatore riuscì a diventare la prima (e l’unica) imperatrice donna cinese. E queste sono solo le prime 15, perché l’8 marzo scorso è uscite INDOMITE 2 con altre quindici imperdibili storie.

Insomma Impertinenti, andate a comprare Indomite, soprattutto ora che lo troverete al -25% per via di una mega promozione su tutto il catalogo Bao Publishing! Non avete proprio scuse, e vi aspetto qui a commentare insieme le storie di queste indimenticabili donne che hanno fatto quello che volevano. Un po’ quello che tutti noi speriamo di poter fare, no?!



Nessun commento:

Posta un commento