Ultime recensioni

sabato 7 marzo 2020

[Recensione] ASH vs EVIL DEAD - Serie tv con Bruce Campbell


Oggi il nostro cinefilo impertinente ci parla di ASH vs EVIL DEAD, serie tv seguito della saga de La Casa, ideata da Sam Raimi, con Bruce Campbell sempre nei panni di Ash Williams, disponibile su Netflix.


Genere:  Horror, Commedia, Azione
Ideatore: Sam Raimi, Ivan Raimi, Tom Spezialy
Musiche: Joseph LoDuca
Produttore: Chloe Smith, Aaron Lam, Rick Jacobson, Sean Clements, Dominick Dierkes
Produttore esecutivo: Sam Raimi, Bruce Campbell, Robert Tapert, Charles DiGregorio
Casa di produzione: Renaissance Pictures, Starz Originals
Attori: Bruce Campbell, Ray Santiago, Dana DeLorenzo, Jill Marie Jones, Lucy Lawless, Michelle Hurd, Ted Raimi, Pepi Sonuga, Arielle Carver-O'Neill, Lindsay Farris
Anno: 2015 - 2018
Paese: USA
Rete televisiva: Starz
Distribuzione in italiano: Infinity
Disponibile su: Netflix



Sinossi: dopo aver combattuto le forze del male ed essere tornato sul nostro piano, Ash si gode finalmente la vita fra alcool, droghe e spogliarelliste. Purtroppo, però, il male non riposa mai e per il nostro eroe è di nuovo tempo di agganciare la sua fidata motosega.




Il Necronomicon vibra ancora richiamando il male sul nostro mondo, e i demoni si preparano per un nuovo tremendo assalto all’umanità. Un solo uomo è in grado di fermarli, ed è l’ubriacone, maschilista e vagamente razzista Ash Williams, equipaggiato col suo fidato bastone di tuono e l’iconica motosega.


Io potrei stare ore a parlare di questa serie, ma facendolo incorrerei nelle ire funeste delle amministratrici del blog, quindi stringerò i tempi cercando comunque di trasmettervi tutto lo splendore di questo prodotto horror comico. Si tratta del seguito della saga de La Casa, un film iconico nel suo genere, a renderlo però così famoso non è certo stata la qualità in sé della pellicola, ma la straordinaria unione di un protagonista caratterizzato in modo eccellente, con atteggiamenti quasi fanciulleschi, inserito in un’ambientazione horror splatter. La serie rispecchia perfettamente questo aspetto, generando un prodotto che pur essendo horror riesce sempre a far ridere per la semplicità delle situazioni. Intendiamoci, non è certo una comicità ricercata, anzi, in molti casi è grezza e burbera come il suo protagonista, ma i siparietti che si vanno a creare ricordano molto quelli dei film anni ’80 del genere, il primo esempio che mi viene in mente è La Mummia. 


La trama è davvero ben fatta, seppur lineare e con pochi colpi di scena, riesce lo stesso ad appassionare, di fatto ogni punto viene sempre chiarito e praticamente nulla è lasciato in sospeso. Per essere un prodotto che si può definire di serie B, devo ammettere che è veramente buono.


Gli attori sono spettacolari, oltre a Bruce Campbell che ritorna nel ruolo che l’ha reso famoso e per il quale è maledettamente portato. Sia Ray Santiago che Dana DeLorenzo sono fenomenali, pur essendo praticamente comparse del piccolo schermo, riescono a dare spessore ai loro personaggi anche in una serie tutto sommato modesta come questa. Una menzione speciale però va sicuramente a Lucy Lawless, non so cosa ci faccia qua, ma cavolo se ne sono felice!


Per tirare le somme: una trama bella solida, attori bravi e quel tono da horror comico retrò, rendono ASH vs EVIL DEAD una serie assolutamente da vedere!

Considerazione spiccia: io adoro Ash, so benissimo che non è la miglior serie horror in circolazione, so che non è quella più paurosa o più divertente, ma so anche che ad Ash non frega nulla di essere il migliore, a lui interessa solamente prende a calci in culo il male, quindi avrà la mia stima per sempre.

Voto: 5
L’amichevole GM di quartiere.

Nessun commento:

Posta un commento