Ultime recensioni

mercoledì 5 febbraio 2020

[Recensione] LE GOCCE DI LAZHULL - Mirko Hilbrat



Simona oggi ci parla di LE GOCCE DI LAZHULL,
primo romanzo della serie Fantasy
"La Rosa dei Venti" di Mirko Hilbrat.

Genere: Fantasy
Casa editrice: Self Publishing
Data di Uscita: Settembre 2018
Prezzo: € 22.00 - Ebook € 2.99

Sinossi: La Legione dell'Ovest si muove alla continua ricerca delle Gocce di Lazhull, lasciando dietro di sé una sanguinosa scia di morte. Kruna, il Regno della Notte Eterna, viene assediato con l'intento di recuperare una delle magiche pietre. Intanto nel Reame d'Ametista si svolge il Cerberus, un triennale evento atto a celebrare l'alleanza dei regni più importanti delle terre del Grimorio: Alexandria, Nazela e Reghanor. Rion viene scelto come candidato per l'imminente sfida e, mentre resta coinvolto nel vortice degli eventi che lo circonda, nel cuore del ragazzo s'insinuano una dopo l'altra innumerevoli domande prive di risposta: Chi era prima di arrivare ad Alexandria? Chi tentò di ucciderlo lasciandogli un'indelebile cicatrice sulla schiena? Chi è la misteriosa figura in nero che incontra nei suoi sogni? L'intricato mosaico che compone La Rosa dei Venti si plasma in un antico e misterioso passato, attraverso lo Stigma di un mondo, Zaurel, e di tutti coloro che vi sono legati.

“Le Gocce di Lazhull”, romanzo d’esordio di Mirko Hilbrat, è il primo volume della saga Fantasy “La Rosa dei Venti”: l’uscita del secondo è prevista per il 2020.


Il mondo di Zaurel è un mondo affascinante e destabilizzante, popolato da molte razze. Troviamo cavalieri, paladine, elfi scuri ed elfi chiari, orchi, lupi mannari, maghi, nani, arpie e vampiri. Il regno di Ametista, con capitale Alexandria, ha stretto una particolare alleanza con il regno del Nord Nazela, città futuristica dove la magia ha incontrato la tecnologia, e con Reghanor, città di guerrieri a Nord del Lago d'Argento. Questa alleanza ha lo scopo comune di proteggere il mondo da Il Signore dell'Ovest.
Il Signore dell’Ovest è un uomo malvagio con una grande sete di potere. Grazie all’aiuto di una maga e ai suoi Arconti, distrugge tutto ciò che impedisce loro di trovare le gocce di Lazhull, eliminando definitivamente molto razze e regni, tra cui il Regno di Elenterion degli elfi scuri.

"Non m'interessa cosa sarà di questo mondo, la cosa importante è che quando tutta Zaurel sarà sottomessa ad un unico canto, io farò parte del coro di voci che ne plasmerà il destino" 

Ogni tre anni l'Allenza organizza un torneo, il Cerberus, dove i cavalieri più forti possono competere per vincere; proprio in questo torneo scopriamo il personaggio principale: Rion. 
Rion è un umano, con una grossa cicatrice sulla schiena e zero ricordi sul suo passato. Viene salvato da uno dei Cristalli di Alexandria, Berill, che insieme ai suoi amici guerrieri Tolin ed Edgar, la paladina Diamanda ed il padre Zyon, compongono la sua Famiglia. Durante il torneo, Rion incontra gli occhi di Syria, principessa di Nazela... 
I due si trovano a combattere insieme per un bene comune. Grazie al dono della principessa, Rion, durante le molte battaglie in cui si troverà in difficoltà, avrà sempre un motivo in più per potercela fare.

"Questo non è un addio, e lo sai bene. Ricordati che devo restituirti l'Astrum, quindi ci rivedremo sicuramente!"

Il primo capitolo della Rosa dei Venti, è un romanzo fantasy emozionante. L'autore, se pur inesperto, è riuscito a creare dei tagli di scena con dei flashback in maniera splendida. Inizialmente ho faticato molto a comprendere il filo della storia, perché ogni capitolo parla di un regno o di un protagonista; ma tutto torna al proprio posto. Ogni personaggio ha una storia da raccontare e le loro storie sono destinate a intrecciarsi. Inoltre, quello che ho adorato dei protagonisti è il senso di fedeltà che hanno nei confronti della propria razza, degli amici o della famiglia. Il senso di dovere è alto e ben definito. 

Leggendo le descrizioni dei regni, le parole possono semplicemente trasformarsi in immagini; lo scrittore Mirko Hilbrat è riuscito a creare un fantasy epico, con una storia armoniosa e per nulla noiosa. A tratti può risultare confusionale, ma capitolo dopo capitolo si svela sempre qualcosa. I regni sono magici, ma anche parecchio macabri. La descrizione della battaglia che si imbatte su Kruna, il Regno della Notte Eterna, è raccapricciante e meravigliosa.

Gli ultimi capitoli mi hanno lasciato dell'amaro in bocca, i perché ed i sè sono tanti, supposizioni ed idee frullano in testa e mi auguro che il secondo capitolo arrivi presto, perché sono in trepida attesa.

"Troverò il principe tradito dal suo stesso sangue e lo proteggerò per onorare il vostro ultimo lascito in questo mondo, madre mia, è una promessa."


Nessun commento:

Posta un commento