Ultime recensioni

lunedì 22 giugno 2020

[Recensione] NUMBER 10 - Alessia D'ambrosio


Ciao Amiche Impertinenti!
Oggi vi parliamo del romanzo NUMBER 10 di Alessia D'ambrosio terzo capitolo della serie "After Match".


Genere: Sport Romance
Casa editrice: Self Publishing 
Data di Uscita: 12 Giugno 2020
Prezzo: 

Sinossi: “Sto per prendere la decisione più difficile della mia vita. Tutte le volte che me ne pentirò, perché ci
saranno, ripenserò a questo momento, ai suoi occhi, alle sue parole e mi ripeterò che ho fatto la scelta
giusta.
Perché oggi lui mi ha spezzato.
Oggi sono stato colpito dove fa più male.
Da oggi… ho chiuso con il rugby.”
La mia vita è stata stravolta: convocato come riserva in nazionale. Difficile accettarlo se comunicato
da mio padre, tanto più se accompagnato dai suoi veri pensieri su di me. Pensieri che, mio malgrado, mi
hanno aperto gli occhi.
Ho mollato tutto, mi sono rimboccato le maniche e ho iniziato una nuova vita. Un passo alla volta ho
modificato il mio modo di vedere le cose e, adesso, sono una persona diversa, migliore e, guardandomi
indietro, quello che ho lasciato non mi manca poi così tanto.
E poi c’è Carol, il mio capo. È bella, caparbia e mi fa letteralmente impazzire.
Io sono Tom Wilson, ex Numero 10 dei Saracens, ex Numero 10 della Nazionale inglese, ex latin lover,
ex uomo libero da ogni forma di responsabilità. Sono ex per tante cose, ma, adesso, chi sono davvero?
Questa è la mia storia, ma vi avverto: se volete leggerla, sarà bene che vi mettiate seduti e vi
prepariate qualcosa da bere. Bello forte.

AFTER MATCH Series
#1. Number 8
#2. Number 9
#3. NUMBER 10


Care impertinenti, Oggi sono qui per parlarvi del terzo e ultimo libro di Alessia Ambrosio, appartenente alla serie “After Match”. Non è necessario aver letto i due precedenti però gli altri protagonisti sono molto presenti e vi consiglio di leggere anche le loro storie. 

Ora però parliamo di questo ultimo libro che devo ammetterlo, mi ha messo in difficoltà. Anche parecchio. Qui devo dire che secondo me il protagonista principale è uno e uno soltanto: Tom. Tom è un giocatore di rugby che aspetta solo di coronare il suo sogno, quello di finire a giocare nella nazionale. Tutto cambia quando finisce in panchina. Di fronte a questa non-convocazione, suo padre gli dice in faccia che altro non è che un ragazzino che vuole solo divertirsi, stare con donne e pensare a se stesso. Il nostro protagonista maschile decide di cambiare la propria vita completamente, smette di giocare a rugby e inizia a lavorare come cameriere. È proprio qui che incontrerà Carol, che altro non è che il suo capo. Carol è una donna indipendente, sa cosa vuole e farebbe di tutto per riuscirci. Molte volte non ho approvato le sue scelte, più che altro perché pur di arrivare alla meta è una donna che utilizzerebbe ogni mezzo. Solo con Tom si riesce a vedere una parte di lei che desidera essere la prima scelta e una donna anche sensibile e sempre pronta a starti al tuo fianco. 

Non voglio dilungarmi troppo su di lei perché non voglio influenzarvi. Ciò su cui voglio veramente concentrarmi è Tom, uno dei protagonisti maschili libreschi più complessi e affascinanti. Non parlo di bellezza esterna, parlo di una persona che si è ritrovata privata del suo sogno e ha fatto di tutto per trovarne un altro. Sulla sua strada non ci sarà solo Carol, i veri protagonisti saranno Viky e Connor. Questi due ragazzi saranno coloro che porteranno Tom a capire che se si perde un sogno non tutto è perduto perché se ne può trovare un altro. 

Entrambi i ragazzi sono sfortunati, hanno vissuto e vivranno situazioni difficili e soprattutto reali. Sono solita dire che leggo per uscire dalla realtà, ma in questo libro ho trovato una realtà dura e cruda che mi ha toccato profondamente. Un libro che mi ha ricordato che la vita è difficile, che per superare determinate cose non basta semplicemente volerlo, che spesso anche se lo si vuole non si può fare nulla per contrastare il male. Solo reagire. 

Tom, Viky, Connor e anche Carol mi hanno aperto gli occhi e sono convinta che questo libro, se lo leggerete, farete fatica a dimenticarlo. 

Tutto il libro è dal punto di vista di Tom e sono sicura che lo apprezzerete come ho fatto io, anche se credo che avrete una fase iniziale di arrabbiatura. Più che sicura, oserei dire, ma non fermatevi a questo perché il libro è diverso dagli altri. La scrittura scorrevole, i caratteri dei personaggi e l’evoluzione dei personaggi vi cattureranno totalmente. 

Non posso che dirvi buona lettura e sperare che questo libro vi colpisca come ha fatto con me.





Nessun commento:

Posta un commento