Ultime recensioni

lunedì 13 gennaio 2020

[Recensione] LA CASA DELLE VOCI - Donato Carrisi


Donato Carrisi è tornato in libreria con LA CASA DELLE VOCI, thriller psicologico edito da Longanesi.
Non riuscirete a dormire sonni tranquilli dopo averlo letto.

Genere: Thriller
Casa editrice: Longanesi
Data di Uscita: Dicembre 2019
Prezzo: € 22.00

Sinossi: Gli estranei sono il pericolo. Fidati soltanto di mamma e papà.
Pietro Gerber non è uno psicologo come gli altri. La sua specializzazione è l’ipnosi e i suoi pazienti hanno una cosa in comune: sono bambini. Spesso protagonisti di eventi drammatici o in possesso di informazioni importanti sepolte nella loro fragile memoria, di cui la polizia si serve per le indagini.
Pietro è il migliore di tutta Firenze, dove è conosciuto come l’addormentatore di bambini.
Ma quando riceve una telefonata dall’altro capo del mondo da parte di una collega australiana che gli raccomanda una paziente, Pietro reagisce con perplessità e diffidenza. Perché Hanna Hall è un’adulta.
Hanna è tormentata da un ricordo vivido, ma che potrebbe non essere reale: un omicidio. E per capire se quel frammento di memoria corrisponde alla verità o è un’illusione, ha un disperato bisogno di Pietro Gerber.
Hanna è un’adulta oggi, ma quel ricordo risale alla sua infanzia. E Pietro dovrà aiutarla a far riemergere la bambina che è ancora dentro di lei. Una bambina dai molti nomi, tenuta sempre lontana dagli estranei e che, con la sua famiglia, viveva felice in un luogo incantato: la «casa delle voci».
Quella bambina, a dieci anni, ha assistito a un omicidio.
O forse non ha semplicemente visto.
Forse l’assassina è proprio lei.

Pietro Gaber è un addormentatore di bambini, uno psicologo infantile che attraverso l’ipnosi cerca di svelare la verità nei molti casi che il tribunale dei minori deve affrontare. La sua vita sembra tranquilla: un lavoro che lo appassiona, una moglie di cui è innamorato e un bambino a cui donare amore incondizionato. 
Poi un giorno, durante una forte tempesta, riceve una strana telefonata da una collega australiana: una paziente ha bisogno del suo aiuto per tornare a ricordare il suo passato. Hanna, infatti, non ricorda la sua vita prima dei 10 anni e ha bisogno dell’aiuto di Pietro per poter ricostruire e riavere i suoi ricordi. Pietro, spinto dal suo istinto e da una curiosità inaspettata per la storia della donna, decide di aiutarla. Ma seduta dopo seduta, si renderà conto che la sua vita non sarà più la stessa.

Carrisi è tornato più forte che mai con un nuovo romanzo brillante e originale. LA CASA DELLE VOCI è un viaggio nella mente umana, nella psiche dell’uomo e soprattutto all’interno delle paure incondizionate più profonde e radicate. Non c’è una vera indagine, non ci sono sparizioni, non c’è un caso da seguire, ma l’autore attraverso ricordi, sedute di ipnosi e il personaggio di Pietro, riesce a incantare il lettore in una fitta trama. La sua abilità nel tessere trame non ha eguali, il lettore viene coinvolto pagina dopo pagina e non può più uscirne. Si legge tutto d’un fiato, e quando si tratta di Carrisi non è solo un modo di dire. 

Con un’ambientazione oscura, in una Firenze urbana ma molto cupa, l’autore rende l’atmosfera del libro inquietante e piena di ombre. La luce accesa mentre si legge è quasi un obbligo perché Carrisi ha l’innata capacità di farti venire brividi e pelle d’oca con solo poche e semplici parole. Ma in questo romanzo si sta in costante stato di allerta, un’ansia crescente e una mente che viaggia verso luoghi oscuri. La psicologia dei personaggi è sempre il punto forte dell’autore, il lettore è dentro ogni parola e dialogo: prova, sente, ha paura e si emoziona. Siamo un po’ adulti e un po’ bambini, siamo nel passato e poi nel presente. Siamo nella stanza dell’ipnosi e poi nelle campagne toscane. Siamo Pietro e siamo Hanna. Siamo gli incubi, i fantasmi e la paura. 

Io amo questo autore, amo il suo modo di farci vedere il mondo, ma soprattutto la psiche umana in tutta la sua oscurità. Con il suo ritmo semplice e incalzante, pieno di colpi di scena, piste sbagliate e inganni, mai nessuno potrà indovinare la verità della storia. La sua maestria è sorprenderci e lo fa, sempre. 
Fidatevi, questo romanzo non vi deluderà.


1 commento: