Ultime recensioni

martedì 3 maggio 2022

[Review Party] SOUNDS OF ABSENCE - Daria Torresan


Buongiorno Impertinenti,
oggi la nostra Marty ci parla del nuovo romanzo di Daria Torresan: SOUNDS OF ABSENCE.
Siete pronti a conoscere la storia di Autumn e Drake?

Genere:
Sport Romance
Casa editrice: Self Publishing
Data di Uscita: 20 Aprile 2022
Prezzo: 

Trama: Autumn
Quattro anni prima, avevo scoperto cos’era l’odio. 
Avevo visto mia sorella soffrire a causa del branco di bulli che l’aveva sbeffeggiata per la sua diversità, costringendola a trasferirsi in una scuola adeguata alle sue esigenze. 
Li avevo detestati per quello. 
E continuavo a detestarli, sebbene lei li avesse perdonati. 
Perché io non ero come lei. Ero orgogliosa, rancorosa, a tratti vendicativa. 
Più di tutti, odiavo Drake Sullivan, il playmaker titolare della squadra universitaria di basket. 
La sua fama di bello e dannato risuonava anche al liceo, in cui frequentavo l’ultimo anno. 
I tifosi lo avevano soprannominato Metal Storm. 
Io lo chiamavo l’Anticristo. 
Insolente e superbo, era convinto che il mondo girasse intorno a lui. 
Era abituato a prendere tutto ciò che voleva, senza chiedere. Non che mi importasse, fintanto che la sua strada non incrociava la mia. 
Solo che poi decise di prendersi me. 
Non aveva idea contro chi stava per scontrarsi. 
Non lo avrei mai perdonato, ne ero certa. 
Tuttavia, non avevo messo in conto ciò che Drake Sullivan nascondeva a tutti dietro la sua faccia da schiaffi. Un qualcosa che avrebbe potuto trasformare il mio odio in un impulso molto più pericoloso: l’attrazione. 

Drake 
Autumn Rylance non somigliava per nulla alla sorella timida ed empatica. Aveva una lingua tagliente come un nakiri e dei modi sferzanti. Nulla che io non potessi gestire, comunque. Era una di quelle persone che reputavo stimolanti. Forse ero strano di mio, ma più era complessa la mente e astioso il carattere di chi mi trovavo davanti, più ne ero attratto. Mi piaceva giocare con le loro teste come fossero cubi di Rubik: studiarle, comprenderle, manipolarle.

Buongiorno a tutte le Impertinenti!
Oggi sono qui per parlarvi di Sounds of Absence di una delle autrici che adoro: Daria Torresan. Purtroppo causa di forza maggiore non ho letto Sound of Silence, ma prometto che rimedierò a questo molto presto!

Sono sempre attratta dai personaggi belli e dannati, e non avendo letto il primo ho fatto la conoscenza di Drake. Avete presente un puzzle molto complicato? Un cubo di Rubik? Ecco, l'immagine che subito mi è venuta in mente è proprio questa. Il classico ragazzo bello, tatuato, giocatore di basket e che si porta a letto chiunque. È un bullo o almeno lo è stato. Ma è davvero così?

“Lei non sapeva che li avevo compiuti proprio per dirottare la gente lontana dalla verità. Lo avevo fatto perché, se avessero visto la durezza delle mura che mi circondavano, gli spigoli appuntiti, la superficie ruvida e graffiante, non avrebbero scorto la fragilità delle fondamenta “.

Come sempre il colpo di fulmine è scattato! Le sue insicurezze mascherate da arroganza, la sua fragilità, ferisce per non essere ferito, la sua lingua tagliente. Questo fragile ragazzo mi è entrato sotto pelle e ho adorato come piano piano ci viene rivelato. 

“Perché io lo detestavo. Sì, lo detestavo.”

Autumn ODIA Drake. E quando dico ODIA intendo letteralmente. Non potrebbe fare altrimenti dopo quello che ha fatto alla sorella. Ma poi lo inizia a conoscere, a conoscerlo davvero, a vedere dietro alla maschera che così faticosamente lui si è costruito. Tutte le sue certezze crollano come una torre di Lego. La sua evoluzione psicologica e sentimentale mi è davvero piaciuta. Ha imparato a perdonare come già aveva fatto sua sorella. 

Come sempre leggere un libro di Daria è una garanzia.  Ha un modo di scrivere che ti fa totalmente immergere nella lettura. I pov alternati ti permettono di conoscere tutti e due i protagonisti, di vivere le loro emozioni e sentimenti.  La storia di Drake e Autumn è una storia dolce e tenera, alternata a momenti di forte riflessione.

Il tema del bullismo credo sia attuale e all’ordine del giorno. Ma spesso i bulli sono persone fragili che feriscono per paura di ferire e proprio questo rappresenta Drake.
Il tema che più mi ha fatto riflettere è come spesso i genitori abbiano troppe aspettative sui figli e di come quando esse non vengano esaudite generino frustrazione e rabbia. Ho totalmente disprezzato il padre di Drake perché è parte del motivo per cui lui è diventato così. 

Grazie Daria perché hai di nuovo creato una storia bellissima. Lontana da ciò che solitamente leggo, ma mi sono davvero emozionata. Drake e Autumn mi hanno fatto ridere in alcuni momenti, arrabbiare e piangere. Ho provato tutte le emozioni che cerco in un libro. 

Consiglio a tutti la lettura perché credo sia un libro davvero profondo che ti permettere di riflettere ed emozionarti allo stesso tempo. 
Con questo vi saluto e vi abbraccio 






Nessun commento:

Posta un commento