Ultime recensioni

lunedì 19 luglio 2021

[Recensione] VOLEVO SOLO SFIORARE IL CIELO - Silvia Ciompi


Buongiorno Impertinenti,
oggi Alessia ci parla di VOLEVO SOLO SFIORARE IL CIELO di Silvia Ciompi.



Genere:
Romance
Casa editrice: Sperling & Kupfer
Data di Uscita: Marzo 2021
Prezzo: € 17.00

Trama: Dopo la morte della madre Emma, Clelia ha smesso di vivere. Nasconde le cicatrici sotto il trucco pesante e le magliette scure troppo lunghe, con il silenzio unico compagno delle sue giornate, da cui la musica, tanto amata da Emma, è bandita. Il giorno del suo compleanno, quando la nonna le consegna la chiave di uno scantinato che le aveva comprato la madre per allestire una web radio, Clelia all'inizio non ne vuole sapere, poi la curiosità di scoprire il suo ultimo piano ha la meglio. 
Ed è proprio fuori dallo scantinato, sotto il sole cocente di giugno, che conosce Lorenzo, appena arrivato all'Isola d'Elba da Roma, con i suoi ricci ribelli, la faccia da schiaffi e un sorriso arrogante.
Tra i due prima è guerra aperta, poi tregua armata, infine pace che assomiglia tanto all'amore.
E all'improvviso, mentre l'estate infuria e l'afa diventa sempre più opprimente, Clelia non si nasconde più e la musica torna a fare da colonna sonora ai suoi giorni.
Ma la ragazza non sa che Lorenzo è in fuga da tutto, soprattutto da se stesso, e si porta dentro un terribile dolore. Una volta che i segreti di entrambi verranno svelati, la loro storia sopravvivrà ai contraccolpi della vita?
Dopo il successo di Tutto il buio dei miei giorni e Tutto il mare è nei tuoi occhi, romanzi amatissimi dalle lettrici, Silvia Ciompi ci consegna una nuova storia d'amore spaccacuore e una nuova coppia di protagonisti di cui innamorarci.


Con questo romanzo Silvia Ciompi si riconferma come autrice di talento. Chi mi conosce sa che adoro le sue storie. Alla fine si arriva a sorridere, ma quanto dolore c’è da superare!
I protagonisti della storia, Clelia e Lorenzo, sono due ragazzi molto diversi. Una sola cosa li accomuna: il dolore. Sì, perché Clelia ha perso sua madre in un incidente d’auto, del quale si dà la colpa, mentre Lorenzo è arrabbiato con la sua famiglia e con la vita, ma non sapremo di più fino alla fine del romanzo.
Le loro esistenze segnate dalla sofferenza si incrociano all’Isola d’Elba, casa per lei e luogo in cui fuggire per lui.

«Quando ti innamorerai ti capiterà di sentirti sbagliata, brutta, spettinata e poi bella e spaventata. Ma non te ne fregherà più niente delle smagliature, delle cicatrici, dei tuoi spigoli o dei tuoi chili di troppo, perché chi ti ama fa così: ti cura e ti migliora e ti porta via anche i complessi. Quando ti innamorerai sarete ovunque.»

 Dopo un primo momento in cui non sembrano provare altro che fastidio l’uno verso l’altra, Clelia e Lorenzo si innamorano e qui inizia la parte difficile. L’amore salva davvero o non guarisce niente? Cosa puoi fare se la vita sceglie per te?
Silvia Ciompi con i personaggi di Clelia e Lorenzo ci mette davanti a due sofferenze inimmaginabili e non puoi far altro che chiederti cosa avresti fatto tu in quella situazione.
 E non puoi che arrabbiarti. 
La prosa della Ciompi ti arriva dritta nello stomaco, è forte e ti colpisce senza preavviso.
La musica è l’altra grande protagonista della storia: a ogni scena importante viene associata una canzone ed è un elemento che ho apprezzato molto.

«Sta a te scegliere. Puoi andartene via e lasciarti tutto alle spalle, oppure puoi restare, provarci, vivere altre estati come la scorsa, tutte quelle che ci saranno concesse.»

Volevo solo sfiorare il cielo è un libro da leggere assolutamente. La storia è forte e struggente. 
A diciotto anni l’amore può salvare o non guarisce niente?





Nessun commento:

Posta un commento