Ultime recensioni

martedì 20 luglio 2021

[Recensione] IL MIO INDIMENTICABILE AMORE FRANCESE - Lucy Coleman

 


Buongiorno Impertinenti, 
oggi la nostra Valentina Angel ci parla di Il mio indimenticabile amore francese di Lucy Coleman!


Genere:
Romance Contemporaneo
Casa editrice: Newton Compton
Data di Uscita: Giugno 2021
Prezzo: € 5.99

Trama: Improvvisamente disoccupata e single, Anna fugge nella casa dei suoi genitori in Francia. Ha proprio bisogno di una ricarica e gli splendidi colori della campagna della Loira potrebbero essere l'ideale per ripartire alla grande. Deve capire cosa vuole fare nella vita, ora che tutte le certezze vacillano e i suoi piani sono andati in fumo. Anna ha deciso di concedersi sei mesi per riprendersi, e nel frattempo darà una mano a restaurare il bed & breakfast di famiglia. Ma lavorare al progetto di ristrutturazione fianco a fianco con l'affascinante Sam si rivela più interessante del previsto... Sarà possibile lasciarsi andare e abbracciare un nuovo inizio? L'amore non è mai una formula esatta, e Anna sta per scoprire la verità più importante di tutte: anche un cuore ferito può ricominciare a battere teneramente. L'anima gemella può nascondersi nei posti più impensabili.

È il primo libro che leggo di questa autrice e la mia scelta è stata spinta dall’amore che ho per i paesaggi suggestivi come quello descritto nella trama. 

Anna vive ormai da qualche anno in Inghilterra, ben lontana dalla realtà dove è cresciuta nella Loira Atlantica della Francia. Tutto sembra andare bene, persino le relazioni che non voleva più avere. Karl lavora con lei in una prestigiosa azienda dove l’unico a realizzarsi pare essere lui che infatti vuole tenere nascosta la loro relazione per fini commerciali. Tutti i castelli che Anna aveva creato intorno alla loro storia crollano quando si rende conto di essere per lui solo una pedina. Ben presto realizzerà di non voler essere seconda alla carriera del suo uomo e sceglie di chiudere la loro relazione senza esitare un attimo. È così che prenderà la decisione più importante della sua vita, anche se inizialmente sarà solo una vacanza lontana dalla solita caoticità che comporta una grande città. Anna trascorrerà l’estate nei luoghi meravigliosi dove è cresciuta con l’intento di ritrovare sé stessa, abbandonando un po' la realtà che, allo stato attuale delle cose, le sta stretta. Ed è proprio qui che, inaspettatamente, riuscirà a prendere in mano le redini della sua vita sotto ogni aspetto.

«Sto cercando di essere onesta con me stessa, per una volta. La verità è che ho paura del rifiuto, perché ho bisogno delle persone nella mia vita; ho bisogno di essere indispensabile e il pensiero di rimanere da sola mi terrorizza. Se resto da sola, cosa succederebbe se non dovesse piacermi la persona che sono, nel profondo».

Ed è proprio quando riuscirà a guardarsi nella profondità della sua anima che le si apriranno nuovi orizzonti e punti di vista che non aveva mai preso nemmeno lontanamente in considerazione.

Ammetto di aver avuto un’iniziale titubanza nel proseguire la lettura di questo romanzo, e certo non per la stesura dell’autrice, bensì per gli errori grammaticali e refusi nei quali mi sono imbattuta sovente. Sono certa si trattino di errori di traduzione non dipendenti dalla scrittrice. Quando però sono riuscita ad empatizzare con i personaggi li ho quasi dimenticati affezionandomi a loro. 

Consiglio questa lettura a chi non crede che le cose possano cambiare, a chi ha un dolore talmente grande da non riuscire a vedere la luce oltre il buio che si è creato intorno per la paura di non ritrovare la propria felicità. C’è sempre una strada da seguire per tornare a vivere ed Anna ve lo dimostrerà. Un libro che ti resta nel cuore per la dolcezza con la quale si pone la protagonista mentre affronta le difficoltà che la vita le riserva. Un auto conclusivo che darà voce a tutte le domande che vi porrete durante la lettura. Una scrittrice molto sensibile e profonda nel dar vita a personaggi ben calibrati tra loro. L’unica “delusione” – se così la possiamo definire -, è stata la scarsa descrizione dei meravigliosi luoghi della Loira, dando più spazio alle specialità del posto che non guastano, ma che avrei preferito accompagnate dalle ambientazioni suggestive che avevo immaginato.

 Purtroppo, come citato inizialmente, mi è dispiaciuto anche leggere una traduzione non accurata come avrebbe meritato.




1 commento:

  1. Eleonora Masolini21 luglio 2021 09:31

    Sembra un bel romanzo su un percorso di rinascita, è un tema che mi affascina da sempre. La recensione è molto bella e accurata, complimenti!

    RispondiElimina