Ultime recensioni

venerdì 7 maggio 2021

[Recensione] ALWAYS BE MY BABY - Naike Ror


Ciao Impertinenti,
oggi vi parliamo del nuovo romanzo di Naike Ror: ALWAYS BE MY BABY
Siete curiose di saperne di più di questo libro Young Adult M/M?

Genere:
Young Adult / MM / Hate to love
Casa editrice: Self Publishing
Data di Uscita: 07 Maggio 2021
Prezzo: €2.99

Trama: Kerringhton, Illinois, ultimo anno di liceo.
Joon Seok Parker, eccellente studente di chimica avanzata, esperto di taekwondo e sempre in orario, è uno dei migliori allievi del suo anno, e non solo perché è scrupoloso a prendere appunti durante le lezioni.
C'è una nota stonata, però, nella sua tranquilla esistenza: Dave Gregory Peterson.
Rumoroso, disordinato, casinista e inopportuno, Dave è la sua spina nel fianco, oltre che suo vicino di banco.
Infastidire Joon Seok sembra essere per Dave una missione da quando è nato, così come lo è per Joon Seok snocciolare insulti a ogni sua provocazione.
Tutto sommato il loro è un equilibrio stabile, finché non si ritrovano, durante un gioco, costretti a subire la stessa punizione: un quarto d’ora rinchiusi al buio dentro un minuscolo sgabuzzino di un sottoscala.

"Mi piaceva proprio farlo incazzare. Perché era quella la ragione per cui lo cercavo sempre, giusto?"

Non avevo mai letto romance M/M. Per chi non sapesse il significato è una storia d’amore tra due uomini. Ma quando la mia gemella diversa Naike Ror si è messa a scrivere il libro, ho deciso di provare e sperimentare un genere nuovo. E che dire… Naike come al solito mi rapisce tra le pagine e lo fa in modo completamente diverso e sorprendente.

Always Be My Baby è uno Young Adult. I protagonisti sono all’ultimo anno di liceo e sono vicini di casa. Vivono in una cittadina americana abitata praticamente solo dai familiari dell’esercito, una di quelle comunità che si trovano vicino alle basi militari. Joon Seok Parker e Dave Gregory Peterson si conoscono fin dall’asilo e si odiano, nonostante le rispettive madri siano grandi amiche e socie in affari. 

Due caratteri completamente opposti: uno rigido, serio, precisino. L’altro una bomba a orologeria, un po’ svampito e sempre in ritardo. Due poli opposti che si ritrovano, inaspettatamente. 
Joona sa da sempre di essere gay. Dave non ci aveva mai riflettuto. Quando però il dubbio inizia a insinuarsi, è intenzionato a capire se stesso fino in fondo, fregandosene ampiamente di quello che la gente potrà pensare. Ma Joona è più titubante, perché la cittadina in cui vivono è bigotta e pettegola, e perché conosce Dave così bene da sapere che cambia sogni, pensieri e idee alla velocità di un battito di ciglia. 
Come andrà avanti la loro storia, lo dovrete scoprire leggendo il romanzo!

Quello che posso dirvi è che Always Be My Baby è un romanzo che si beve in una giornata. È divertente, è romantico e fa pure riflettere.  Se siete amanti dei romanzi per giovani adulti, ma non avete mai sperimentato l’M/M, provate con questo libro! Vi sorprenderà e vi aprirà un nuovo mondo di letture tutte da scoprire.

Mi è piaciuta la delicatezza di questo romanzo e ho scoperto una Naike Ror diversa dal solito: più dolce, più semplice, più sensibile. Ha raccontato in modo magistrale due adolescenti alle prese con i problemi della vita: futuro, amore, amicizia e famiglia. Oltre a questo ha saputo gestire bene il rapporto d’amore M/M (badate bene, non ci sono scene spinte perché, come ogni Young Adult che si rispetti, il tutto viene solo accennato e mai mostrato), la psicologia dei due protagonisti, grazie anche al doppio punto di vista, e tutti i problemi che oggi ancora devono affrontare le coppie omosessuali nella nostra società.

Always Be My Baby mi ha conquistata totalmente. Con due protagonisti ben caratterizzati, una storia odio/amore pazzesca e uno stile semplice, divertente e mai banale, Naike Ror si è guadagnata di nuovo il primo posto della mia personale classifica delle autrici italiane più fighe e versatili del momento. 

Very Good, Naike Ror. Sono dell’idea che lo Young Adult sia un genere che ti appartiene, dovresti regalarcene altri. Molti, molti altri. 
Grazie

«Io sono la Drama-Queen di questo cazz* di sobborgo, te lo sei scordato?»


Nessun commento:

Posta un commento