Ultime recensioni

venerdì 9 ottobre 2020

[Recensione] I MAGNIFICI 7 - film con Denzel Washington, Chris Pratt, Ethan Hawke e Lee Byung-hun disponibile su Prime Video

 

Oggi il nostro cinefilo impertinente ci parla de I MAGNIFICI 7, film del 2016 diretto da Antoine Fuqua, remake del film omonimo del 1960, con Denzel Washington, Chris Pratt, Ethan Hawke, Vincent D’Onofrio, Lee Byung-hun e Manuel Garcia-Rulfo. Disponibile su Prime Video.


Genere: Western, Azione
Regia: Antoine Fuqua
Sceneggiatura: Richard Wenk, Nic Pizzolatto
Produttore: Roger Birnbaum, Todd Black
Fotografia: Mauro Fiore
Montaggio: John Refoua
Effetti speciali: Jeremy S. Brock, Scott Dwyer, Michael Hauck, Mark Hava, Evan Pileri, Alex Pilgrim, Bryan Villavaso
Musiche: James Horner, Simon Franglen
Scenografia: Derek R. Hill
Costumi: Sharen Davis
Trucco: Gloria Belz, Jillian Erickson, Jacqueline Fernandez, LeDiedra Richard-Baldwin, Kellie Robinson
Attori: Denzel Washington, Chris Pratt, Ethan Hawke, Vincent D'Onofrio, Lee Byung-hun, Manuel Garcia Rulfo, Martin Sensmeier, Peter Sarsgaard, Haley Bennett, Matt Bomer, Luke Grimes, Sean Bridgers, Billy Slaughter, Cam Gigandet, William Lee Scott, Jonathan Joss, Emil Beheshti, Matthew Posey
Anno: 2016
Paese: USA


Sinossi: 
Quando la città di Rose Creek si ritrova sotto il tallone di ferro del magnate Bartholomew Bogue, per trovare protezione i cittadini disperati assoldano sette fuorilegge, cacciatori di taglie, giocatori d’azzardo e sicari, per proteggere ciò che gli appartiene.





Il piccolo villaggio di Rose Creek è perseguitato dai sicari agli ordini di Bartholomew Bogue, un affarista spietato e senza scrupoli, che intende cacciare gli abitanti della cittadina per poterne sfruttare la vicina miniera d'oro. Quando Bogue arriva ad incendiare la chiesa e a massacrare alcuni abitanti per dare una lezione al resto dei coloni, minacciando di trucidarli tutti se non gli venderanno i loro appezzamenti di terreno per pochi spiccioli, gli abitanti di Rose Creek decidono di ribellarsi. La giovane vedova Emma Cullen si avventura quindi negli altri villaggi della frontiera alla ricerca di pistoleri da assoldare per proteggere Rose Creek dall'esercito di Bogue, ed i suoi sforzi vengono a poco a poco premiati dal reclutamento di sette mercenari: il veterano della guerra di secessione Goodnight Robicheaux, il suo assistente cinese Billy Rocks, il ricercato messicano Vasquez, il comanche Red Harvest, l'ex cacciatore di indiani ed esploratore Jack Horne, il giocatore d'azzardo Josh Faraday e il loro leader, il delegato di giustizia Sam Chisolm, che ha un conto aperto con Bogue.


Tutta la mia passione per i film e il cinema mi è stata tramandata da mio padre che, fin da bambino, mi ha svezzato a pellicole western. Sono cresciuto canticchiando le colonne sonore di Morricone, e con ben impresso nella mente lo sguardo di Clint Eastwood nel film Per Un Pugno di Dollari. Uno dei film che mi ha sempre affascinato per come reinterpretava il concetto di fratellanza ed onore, è proprio I Magnifici Sette. Immaginate la mia felicità quando ho visto che su Prime Video era approdato il remake del 2016. La storia è molto semplice: un villaggio di persone per bene viene occupato da un affarista senza scrupoli, che non si fa problemi a commettere ogni nefandezza pur di ottenere ciò che vuole. Una trama molto simile al film originale, ma che permette allo spettatore di provare empatia immediata con le vittime, colpevoli solamente di trovarsi nel posto sbagliato. I mercenari ingaggiati sono personaggi con una personalità completamente differente, che accettano il lavoro per motivi diversi, chi lo fa per i soldi, chi per un radicato senso di giustizia, chi per l’onore e chi, infine, per provare a redimersi. Questo, signori e signore, è il selvaggio west: dove il sole brilla alto nel cielo, il terreno è l’unico letto disponibile, e la canna delle pistole è sempre rovente.


Gli interpreti scelti per questo film sono volti noti del cinema mondiale, e non ci sarebbe nemmeno bisogno di dire altro perché il livello del loro lavoro è superbo. Ciascuno calato in un ruolo incredibilmente calzante per le proprie attitudini, danno l’impressione di essere nati dentro quegli stivali, mentre recitano in modo sublime. Una menzione speciale, però, la vorrei fare per Haley Bennett, che è davvero fenomenale! Riesce, infatti, a mostrarci ogni sfumatura del carattere del suo personaggio, una forza incredibile frutto della disperazione e dello sconforto. Un personaggio davvero ben fatto, ed interpretato in modo meraviglioso.


La regia è affidata ad Antoine Fuqua, un veterano dei film d’azione, con al suo attivo praticamente solo successi, che anche qua fa un lavorone, portando sullo schermo un film che non si può definire in altro modo se non perfetto. Anche la colonna sonora è davvero bella. Riprende brani ormai famosi della filmografia western, con qualche aggiunta qua e là, ne risulta un ottimo accompagnamento che non fa che aumentare ancora di più il valore della pellicola.


Per tirare le somme: una trama nostalgica, attori fantastici, regia e colonna sonora di qualità, rendono I MAGNIFICI 7 un film assolutamente da vedere.

Considerazione spiccia: non capita molto spesso di trovare film d’azione con una personalità così sviluppata. Il film non è solo un susseguirsi di sparatorie, inseguimenti a cavallo ed esplosioni. Ma è una pellicola che racconta una storia di amicizia, di onore, di sacrificio e di senso della giustizia. Questo è un Western!

Voto: 5
L’amichevole GM di quartiere.

Nessun commento:

Posta un commento