Ultime recensioni

martedì 21 luglio 2020

[Blog Tour] L'INGANNO DEL SERPENTE - E.C. Cann


Buongiorno Amiche Impertinenti!
Siamo felici di ospitare la seconda tappa del Blog Tour dedicato al romanzo L'INGANNO DEL SERPENTE di E.C. Cann.

Genere: Giallo
Casa editrice: Panesi Edizioni
Data di Uscita: 23 Marzo 2020
Prezzo: Ebook € 1.99

Sinossi: Isabel è una giovane e ricca giornalista americana con la passione per l’occulto. Un giorno incappa nel mistero del mosaico della Cattedrale di Otranto: esso rappresenta diverse scene tratte dalla cristianità ma contiene allo stesso tempo elementi della tradizione orientale: i chakra. Grazie al contatto con un professore italiano, arriva ad Otranto, accompagnata dal fidanzato Steve, stretto collaboratore del padre. Dopo l’incontro con il professore, tutto sembra crollare: qualcuno vuole metterlo a tacere nascondendo il grande segreto del mosaico e Steve viene rapito. Una Isabel sconvolta inizia un percorso verso la verità con l’aiuto di Matteo, un impiegato del Centro Turistico della cittadina pugliese, e due agenti dell’FBI in incognito. Tra filastrocche e chakra, toccando i principali luoghi turistici della città e dei dintorni, man mano emergono nuovi elementi. La figura del serpente, vista negativamente dalla sola religione cristiana, è in realtà molto di più. In contemporanea, un nuovo virus letale si sta spargendo per la piccola cittadina, rendendo la ricerca ancora più difficoltosa. C’è una strana organizzazione, la Snaken, dietro la diffusione del virus? Chi ha rapito Steve? Cosa c’entra il padre di Isabel con il virus? Cosa nasconde il mosaico della Cattedrale?
Tra domande incalzanti e colpi di scena, E.C. Cann ci trasporta in un lungo viaggio alla scoperta di misteri nascosti e verità difficili da accettare, dove niente è come sembra e nessuno è immune da segreti.

I luoghi de “L’inganno del serpente”

La ricerca di Isabel Lancaster all’interno del romanzo non è puramente interiore ma spazia tra diversi luoghi turistici della bella cittadina salentina di Otranto.

Il centro focale è l’antica cattedrale della città, costruita nel Medioevo. Essa è il motivo che spinge la giornalista americana a un viaggio in un altro continente, alla ricerca di una spiegazione a un mistero sepolto da secoli.



Il percorso si snoda poi all’interno di Grotta dei Cervi, una caverna costiera naturale, situata lungo il litorale salentino in località Porto Badisco, nel Comune di Otranto. Essa contiene antichi pittogrammi in guano di pipistrello e ocra rossa, raffiguranti forme geometriche, umane e animali, che risalgono all'epoca neolitica, tra il 4.000 ed il 3.000 a.C. Le figure rappresentano cacciatori, animali (cani, cavalli, cervi), oggetti e simboli magici. Proprio uno di questi oggetti attirerà l’attenzione della giornalista, a causa del suo significato ancora tutto da chiarire.



Si passa poi alla Torre del Serpe, la terza tappa del romanzo. Risalente al periodo romano, essa aveva funzione di faro. Il suo nome è legato a un'antica leggenda dentro la quale ritroviamo proprio lui, il serpente. La torre è oggi parzialmente diroccata, ma è costantemente presente nell'immaginario collettivo locale, tanto da essere entrata nello stemma della città di Otranto, dove è rappresentata con un serpente nero che la avvolge.


Per la quarta tappa ci si allontana da Otranto, pur rimanendo comunque nel territorio salentino. Si arriva dunque al Parco Astronomico di Casarano, nel momento in cui l’indagine di Isabel Lancaster si rivolge verso le stelle e l’astronomia, includendo un famoso personaggio storico da sempre avvolto in un alone di mistero. Ma per scoprire di chi si tratta vi invito a leggere il romanzo!


Ultimo luogo, non meno importante nel romanzo, è il Castello di Otranto, la fortezza dell'omonima città pugliese. Il castello, che diede il nome al primo romanzo gotico della storia, è in stretta relazione con la cinta muraria della cittadina con cui forma un unico apparato difensivo. Isabel farà ingresso al suo interno alla ricerca di un quadro, parte di una mostra allestita al suo interno.


La protagonista, nel suo viaggio in Italia, riscoprirà una Otranto già visitata da bambina, eppure mai compresa nel suo lato più oscuro e misterioso. Terra vista come paradisiaca nei suoi ricordi, Otranto accompagnerà la giornalista in un percorso dantesco offrendosi come un caro Virgilio, in grado di guidare e illuminare il ritorno al proprio sé e alla verità.


Immagini prese da Pinterest

BIOGRAFIA
E. C. Cann è un autore che ha deciso di rimanere anonimo. Egli è infatti convinto che le modalità narrative di un romanzo, i temi trattati e le caratteristiche dei suoi personaggi dicano di lui più di quanto possano fare l’età o la semplice geolocalizzazione. 
Appassionato di narrativa di ogni genere, in particolare gialli e thriller, è da sempre interessato a comprendere il senso della vita e la psicologia. Crede nello scrivere come terapia e nella capacità del romanzo di comunicare e cambiare in maniera profonda la vita delle persone. L’inganno del serpente è il suo primo romanzo.





Nessun commento:

Posta un commento