Ultime recensioni

martedì 1 febbraio 2022

[Recensione] LOVING THE GAME - Nicole Teso


Ciao Impertinenti,
benvenute al review tour del nuovo romanzo di Nicole Teso:
LOVING THE GAME.
Marty l'ha letto per noi e ve ne parla.

Genere:
Romance Contemporaneo
Casa editrice: Self Publishing
Data di Uscita: 26 Gennaio 2022
Prezzo: € 13.51 - Ebook € 2.99

Trama: “È iniziato tutto come un gioco.
Poi… Il gioco è diventato tutto”.

I media mi conoscono come Beverly McBerry, la nuova promessa del poker americano, ma è solo finzione. Un bluff. L'ennesimo camuffamento.
Il mio vero nome è Abbie Taylor. Sono una sopravvissuta. Una bugiarda. Una ladra.
Vincere il Route 66 Poker Tour è la mia occasione per incassare un milione di dollari e lasciarmi il passato alle spalle. Un ultimo viaggio che mi condurrà dalla West Coast alla East Coast prima di sparire per sempre.
Tuttavia devo fare i conti con una complicazione: Jason Cass, l'uomo più insopportabile che abbia mai conosciuto. È dannatamente bravo. Gioca come un prestigiatore. Incanta le folle. Ripulisce il banco.
È il mio peggior nemico, ma anche il mio unico alleato. Dovrò solo ignorare quello che provo per lui, qualsiasi cosa sia, e fregarlo.
Prima che lui freghi me.

Mi chiamo Jason Cass e ottenere sempre ciò che voglio è la mia specialità.
Il mio obiettivo è diventare il campione mondiale di poker. Essere venerato al pari di un Dio.
Un gioco da ragazzi per un professionista del mio calibro. Se non fosse per un'esasperante biondina che si è messa in testa di ostacolarmi.
Beverly McBerry è irritante, testarda e avventata, ma è la giocatrice più astuta con cui mi sia mai scontrato.
Ecco perché le propongo un accordo.
Due mesi. Un viaggio Coast to Coast.
Otto città. La certezza di ottenere entrambi ciò che vogliamo.
Ma le cose si complicano.
Oltre a collezionare vittorie, dovrò affrontare un maledetto imprevisto:
Il desiderio che provo per lei.


"Il poker è un po' come il sesso.
Tutti pensano di essere bravi
ma la maggior parte non sa nemmeno cosa sta facendo." 
Russell Aaron Boyd.

Buongiorno Impertinenti!
Pronte ai miei sproloqui? Perché quando devo parlare di qualsiasi lavoro di Nicole straparlo, ma lei è un punto fermo. Come la coperta per Linus: una certezza.

Loving the Game è in qualche modo legato alla famosa trilogia, i personaggi ci sono, seppur in modo superficiale, già stati presentati. Intanto premetto che anche stavolta sto aspettando con ansia il cartaceo perché chiamarlo libro è riduttivo, è un CAPOLAVORO!! Ma parliamo ora di cose serie. Ho deciso di farvi un elenco del perché dovete assolutamente leggerlo.

Punto uno: la storia. Sono entrata in un mondo a me sconosciuto, e detto fra noi non è che sia una grande fan del poker, ma finché leggevo sembrava di giocare con i personaggi. Si vede il grande lavoro svolto da Nicole nel documentarsi per essere precisa sulle regole e su termini tecnici.

Punto due: Jason! Fare la sua conoscenza è stato un grandissimo piacere. Irriverente, arrogante, presuntuoso. Capisco che presentato così non possa risultare poi tanto simpatico, ma è in realtà molto altro. Si è costruito una maschera visto che la sua vita è stata un vero schifo, buttato via come immondizia da chi invece avrebbe dovuto amarlo, diventato un criminale, vuole la sua rivincita. Ma quando il destino ci mette lo zampino anche il bad boy per eccellenza è costretto a gettare la spugna.

"Ci sarà un momento – fidatevi del saggio Cass – in cui qualcosa dentro di voi muterà. E no, non illudetevi di essere immuni al cambiamento, né tantomeno di poterlo gestire meglio di altri. Lo capirete quando arriverà… Perché comincerete a volere qualcosa di cui non ve n'è mai importato niente." 

Punto tre: Beverly/Abbie. In ogni suo lavoro Nicole ha sempre creato delle protagoniste forti, vittime degli eventi subiti, ma con questa determinazione nel riscattarsi e di non essere solo quello. Ho adorato tutto di questa ragazza a cui la vita ha giocato più di qualche tiro mancino, ma come si dice ha preso il toro per le corna e ora lotta per avere la sua seconda possibilità. È una teatrante che recita una parte per sopravvivere.

"Mentire è come dipingere un quadro. Inizi con la mano tremante e, una pennellata dopo l’altra, acquisisci sempre più sicurezza. Per le bugie è la stessa cosa. La prima è sempre la più difficile. Bisogna convivere con il senso di colpa, con la sensazione di aver fatto qualcosa di sbagliato, con la paura dimenticare la frottola e smascherarsi con la stessa velocità con cui si è pronunciata. È il tempo ad affinare l'abilità, a renderla impeccabile, proprio come la tela di un pittore esperto." 

Punto quattro: l'ambientazione. Un viaggio lungo due mesi. Otto diverse città. Otto casinò. Le descrizioni dei posti e degli ambienti sono impeccabili e sembra di essere là con loro.

Punto cinque: lo stile narrativo. La storia di Jason e Abbie ci viene svelata pian piano. Attraverso dei flashback si capisce come il loro passato, le loro scelte abbiano portato entrambi a essere quelli del presente. Io amo particolarmente questa scelta narrativa, l’alternanza fra passato e presente svela lentamente le dinamiche e si riesce così a completare l’intero puzzle.

Punto sei: Jason e Abbie. Presi insieme, come coppia. Cosa fareste se cercaste disperatamente di odiare qualcuno senza però riuscirci? Questo è il LORO viaggio. Una lotta per non perdere l'immagine che entrambi si sono così faticosamente costruiti, ma si sa che sentimenti e maschere non vanno così d'accordo. La loro crescita sentimentale e interiore è una delle cose che ho preferito di più, la lotta contro loro stessi per non cedere a qualcosa che entrambi considerano sbagliato

Quello di non raccontarvi quasi nulla della trama è stata una scelta. Vi ho voluto elencare quelli che sono per me i motivi per cui questo libro MERITA di esser letto. Perché io seguo Nicole dall’inizio e posso dirvi che non è mai banale, mai. Tutte le sue storie ti si cuciono addosso e ti rimangono sotto pelle. Ogni personaggio ti rimane in testa per giorni. Quindi ti ringrazio per avermi permesso di leggerlo in anteprima, per tutte le emozioni che ho vissuto con Jason ed Abbie. Ora aspetto il cartaceo con ansia e il tuo prossimo lavoro.

Un abbraccio a tutte!



Nessun commento:

Posta un commento