Ultime recensioni

sabato 2 maggio 2020

[Recensione] JUSTICE LEAGUE - film diretto da Zack Snyder, con Ben Affleck, Henry Cavill, Gal Gadot, Ezra Miller, Jason Momoa e Ray Fisher


Il nostro cinefilo impertinente ci parla di JUSTICE LEAGUE, film diretto da Zack Snyder, con  Ben Affleck, Henry Cavill, Gal Gadot, Ezra Miller, Jason Momoa, Ray Fisher e Ciarán Hinds, disponibile su Netflix.

Genere: Azione, Fantascienza, Avventura
Regia: Zack Snyder
Soggetto: Gardner Fox (fumetto), Zack Snyder e Chris Terrio (soggetto)
Sceneggiatura: Chris Terrio, Joss Whedon
Produttore: Deborah Snyder, Geoff Johns, Jon Berg, Charles Roven
Fotografia: Fabian Wagner
Montaggio: David Brenner, Richard Pearson, Martin Walsh
Effetti speciali: Mark Holt, John Des Jardin, Keith Miller, Thomas Proctor
Musiche: Danny Elfman
Scenografia: Patrick Tatopoulos
Costumi: Michael Wilkinson
Trucco: Karen Cohen, Lee Green
Attori: Ben Affleck, Henry Cavill, Amy Adams, Gal Gadot, Ezra Miller, Jason Momoa, Ray Fisher, Jeremy Irons, Diane Lane, Connie Nielsen, J. K. Simmons, Ciarán Hinds
Paese di produzione: USA
Anno: 2017
Distribuzione in italiano: Warner Bros. Pictures


Sinossi: Migliaia di anni fa il perfido Steppenwolf e il suo feroce esercito di Parademoni attaccarono la Terra nel tentativo di espandere sempre di più il proprio potere nell'Universo, ma l'orda aliena venne respinta dalle forze congiunte di Amazzoni, Atlantidei, divinità greche, Lanterne Verdi e uomini. Costretto a battere in ritirata, Steppenwolf lasciò indietro le tre misteriose scatole madri, giurando che sarebbe tornato per recuperarle e portare a termine la conquista del pianeta.




Alimentato dalla sua rinnovata fiducia nell’umanità e ispirato dal gesto d’altruismo di Superman, Bruce Wayne chiede aiuto alla sua ritrovata alleata Diana Prince, per affrontare un nemico ancora più temibile. Insieme, Batman e Wonder Woman si mettono subito al lavoro per trovare e assemblare una squadra di metaumani pronti a fronteggiare questa nuova minaccia. Ma, nonostante la formazione di questa alleanza di eroi senza precedenti - Batman, Wonder Woman, Aquaman, Cyborg e Flash -, potrebbe essere già troppo tardi per salvare il pianeta da un attacco di proporzioni catastrofiche.


A questo punto è necessario fare una piccola premessa: io dimenticherò completamente tutti gli anni passati a leggere fumetti DC, per poter recensire il film nel modo più oggettivo possibile. La trama infatti non è malaccio, fin da subito si capisce chi sarà il cattivone da eliminare, ma la storia non è sicuramente scontata. La prospettiva, quasi interamente sulle spalle di Batman, ci fa vedere la vicenda attraverso gli occhi di uomo che si ritrova a dover fronteggiare minacce completamente al di fuori della sua portata, e proprio grazie a questa scelta registica, riusciamo a goderci un film in cui l’evoluzione dei personaggi e delle vicende che li legano è complessa e ben sviluppata.


Il cast è ovviamente di prim’ordine, ritroviamo infatti tutti gli attori interpreti di BATMAN VS SUPERMAN, in ruoli a mio avviso perfetti e tagliati su misura per loro, con anche l’ottima aggiunta di Jason Momoa che, incredibile ma vero, riesce a dare dignità ed epicità al super eroe DC più sfigato della storia: Acquaman. A mio avviso molto bravo anche Ray Fischer, che pur limitato nell’espressività da un corpo e mezzo volto completamente realizzato in computer grafica, reisce lo stesso a far trasparire in modo più che convincente le espressioni di Cyborg. L’unica nota dolente in tutto il film è probabilmente Ezra Miller, sicuramente il peggior Flash mai visto, ma non saprei se per colpa sua o degli sceneggiatori.


Come nel capitolo precedente, anche qui si fa un massiccio uso di computer grafica, il risultato è, manco a dirlo, favoloso. Un film esteticamente bello da vedere. Le uniche cose decisamente fuori posto sono ovviamente i baffi nascosti in modo davvero approssimativo di Henry Cavill, e il corpo di Cyborg, nel primo caso qualunque cosa, compreso il lavoro di mio cugggino, sarebbe stata meglio; nel secondo caso, in certi momenti, fortunatamente rarissimi, il corpo aveva un aspetto un po’ troppo “innaturale”.


Per tirare le somme: una trama decente, una storia ben raccontata, attori formidabili e una computer grafica di prim’ordine, rendono JUSTICE LEAGUE un buon prodotto nel catalogo di Netflix.

Considerazione spiccia: vorrei rientrare un attimo nella parte del turbo nerd che con ste storie c’è cresciuto e fare un appello alla DC (anche se so che non lo leggeranno mai): potete, per favore, far scrivere le trame dei vostri film a gente che i fumetti se li è letti?! Grazie.

Voto: 3 (ma ho dovuto sedare il nerd che vive in me).
L’amichevole GM di quartiere.

Nessun commento:

Posta un commento