Ultime recensioni

sabato 16 maggio 2020

[Recensione] QUIETE - Maria Claudia Sarritzu


Ciao Amiche Impertinenti!
Benvenute alla quarta tappa di questo Blog Tour dedicato al romanzo QUIETE di Maria Claudia Sarritzu.

Genere: Young Adult, Distopico
Casa editrice: Triskell Edizioni
Data di Uscita: 14 Maggio 2020
Prezzo: € 14.25 - Ebook € 4.99

Sinossi: L’effetto farfalla spiega come ogni più piccola azione possa avere enormi conseguenze. Così come un semplice battito d’ali può causare un uragano dall’altra parte del mondo, noi siamo in grado di influenzare la nostra vita.
Ma alla ‘83’ non la pensano così. Se vuoi essere un Amato, ci sono delle regole. La prima è che verrai schedato alla nascita e, compiuti ventun anni, sarai obbligato a sostenere un colloquio. I tuoi dati verranno inseriti in un macchinario, e un potente algoritmo calcolerà il nome della tua anima gemella. Insieme alla data e al motivo della tua morte. Nessuna scelta, ma una vita statica senza possibilità di poter essere cambiata.
Sam Miller non si è mai posta troppe domande, ma al compimento dei ventun anni qualcosa in lei vacilla, anche se tutti continuano a dirle di essere felice e fiduciosa. È soprattutto l’incontro con Levi, tanto elegante quanto sicuro di sé, a metterla in crisi. Perché se anche Levi sembra deciso a starle alla larga, finisce sempre per essere al suo fianco. Stare insieme però è impossibile, perché per Levi l’algoritmo ha già scelto l’anima gemella e, pur se questa ormai è morta, gli è proibito avere altre relazioni per il resto della vita.
L’unica via d’uscita rimane la fuga per raggiungere i ribelli, i Non Amati. Ma è davvero possibile farlo quando tutte le bugie che si erano create attorno a loro cominciano a crollare rivelando scomode verità?


Young Adult e Distopia sono un binomio perfetto in questo romanzo che mi ha letteralmente rapita e anche un po’ (molto) martoriata.

Cinque bacchette per la protagonista. Incontriamo Sam al cospetto dell’algoritmo che ha scelto per lei la sua anima gemella e che le rivela la data della morte… no, aspettate… vediamo come ci è arrivata lì! Ci è arrivata percorrendo una strada in salita, che le ha fatto prendere coscienza di molte cose in un tempo relativamente breve; vorrebbe essere sicura delle certezze che le sono state inculcate ma il palpito di un sentimento che non avrebbe dovuto provare, a cui fa eco quello di qualcuno che non avrebbe dovuto ricambiare, abbatte ogni dogma. Spontanea, bella, profonda Sam.

Cinque bacchette per il protagonista. Levi è il protagonista perfettamente imperfetto, quello che ami fin dalla prima frase che lo riguarda e per il quale ti struggi dall’inizio alla fine, e Sam non fa eccezione. Tutta la strada in salita che ha percorso Sam, Levi la conosce già poiché ha qualche anno in più, non molti, ma abbastanza da essere stato fagocitato e masticato dall’algoritmo; vorrebbe continuare a credere nelle Quiete ma non piò. Cinico, bello, innamorato Levi.

Quattro bacchette per il romanticismo. La storia d’amore tra Sam e Levi ha picchi altissimi di tormento, è divertente, spesso romantica e… ahimè… assolutamente casta. Questa è probabilmente una scelta di campo decisa per rendere il romanzo adatto anche alle lettrici della prima adolescenza e davvero consiglio alle madri di regalarlo alle figlie perché è una storia molto bella.

Quattro bacchette per il mondo distopico. Senza pesantezza, veniamo subito introdotti nella società governata dall’algoritmo 83 che è una leggera derivazione dei nostri tempi con tutta la nostra tecnologia e consuetudini, insomma praticamente un mondo contemporaneo solo leggermente distorto. Ho trovato convincente quasi tutto, ed è per questo “quasi” che manca una bacchetta. C’è la possibilità che nel prossimo capitolo vi sia una spiegazione più esaustiva anche al piccolissimo “quasi” e se sarà così restituirò il maltolto!

Cinque bacchette per stile e struttura. Il romanzo è narrato in prima persona al passato con il punto di vista di Sam eccetto un solo capitolo da parte di Levi; ormai sapete che non è il mio stile preferito eppure qui l’ho trovato perfetto. L’autrice ha una scrittura asciutta, senza fronzoli ma non per questo scarna anzi riesce a creare atmosfera e pathos con pochi tratti decisi, il tono introspettivo della narrazione ci permette di conoscere a fondo sia i sentimenti di Sam che, per riflesso, anche quelli di Levi.

Attenzione, Impertinente sessuomane.
Sarebbe possibile avere il resoconto dettagliato della prima volta tra Sam e Levi?
Chiedo per un’amica.

A chi può piacere questo romanzo?
Piacerà a chi ama il genere young adult distopico.
Piacerà a chi ama il romance distopico.

In definitiva un romanzo che consiglio davvero a chi ama i tre generi (romance, young adult, distopia) che qui sono sapientemente dosati e mixati in una storia dolce e tragica allo stesso tempo e che lascia anche qualche spunto di riflessione. Questo è il primo volume della serie Butterly effect, il secondo non è ancora disponibile ma è quasi certo che si chiamerà Caos
Il libro può essere letto anche da lettrici adolescenti o pre-adolescenti.

Maria Claudia Sarritzu ha un profilo Amazon che trovate qui:

Bye Bye alla prossima






Blog Tour e approfondimenti:
Presentazione libro a cura del Blog “I libri: il mio passato, il mio presente e il mio futuro”
Presentazione personaggi a cura del Blog “Silvia tra le righe”
Chi sono gli “Amato”? Come funziona l’Algoritmo? A cura del Blog “IlariaBookPassion”
Intervista all’autrice a cura del Blog “Io resto qui a leggere”


Nessun commento:

Posta un commento