Ultime recensioni

lunedì 25 luglio 2022

[Recensione] CAGED di Naike Ror



Buongiorno Impertinenti!
Oggi la nostra Simo vi parlerà di CAGED, ottavo capitolo della "Red Oak Manor Collection" firmato dalla penna di Naike Ror.


Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Self Publishing
Data di Uscita: Giugno 2022
Prezzo: Ebook € 2,99

Trama: Sofia Adelaide Mercalli vive a New York, ha quasi trent’anni, una posizione lavorativa che la soddisfa, il guardaroba dei suoi sogni e una passione spropositata per Otis Redding.
La sua vita potrebbe essere perfetta se accanto a lei ci fosse anche un uomo.
Per questa ragione si rivolge alla Never Alone, l’agenzia di incontri più selettiva della città.
C’è però un ostacolo da superare prima di ottenere la vittoria sentimentale; quando Sofia crede di avere davanti quello giusto, ecco che una miriade di assurdi imprevisti si abbatte sul suo appuntamento.
E il fatto che la sfortuna abbia le sembianze di un misterioso e sexy biondo che incrocia ogni volta che le accade qualcosa di tragicomico, non sembra essere proprio un caso.
Anche se la vita è stata meschina con Amos Timothy Jones, il tempo lo ha ripagato degli anni trascorsi come orfano del maniero di Red Oak Town. Adesso è proprietario di un caldo e accogliente appartamento, colleziona vinili rari, ha un lavoro che gli riempie l’esistenza, ma qualche volta di troppo i rimpianti bussano alla sua porta.
Per questo, Amos distribuisce e baratta favori, utilizza le azioni degli altri per aiutare il prossimo e per questa ragione si è infiltrato all’interno di un’agenzia di incontri con lo scopo di smascherare i raggiri che ultimamente hanno colpito alcuni colleghi.
L’unico problema di quella sua ennesima missione si chiama Sofia Mercalli; lei odia i segreti e Amos ne nasconde uno.
Più di uno, in verità.

Red Oak Manor Collection:
#1. Wings di Valentina Ferraro
#2. Stuck di Marilena Barbagallo
#3. Issue di Bianca Ferrari
#4. Misty di Mary Lin
#5. Wrong di Valentina C. Brin
#6. Cruel di Debora C. Tepes
#7. Candy Di Jenny Anastan
#8. Caged di Naike Ror
#9. Jaded di Robin C
#10. Shine di Silvia Carbone




Ciao impertinenti!
Eccomi con l’ottavo libro autoconclusivo della Red Oak Manor Collection: siamo agli sgoccioli e oggi vi parlo di Caged di Naike Ror.
Per chi la conosce, Naike è una garanzia e per chi non la conosce affrettatevi perché della sua scrittura caparbia, frizzante e scorrevole non ne potrete fare a meno. C’è un punto ancor più a favore di Naike: le protagoniste sono decise e determinate proprio come la nostra Sofia.

Sofia Mercalli è un’affascinante donna di 30 anni a capo dei Magazzini Serafini, è una donna intraprendente, forte e sicura di sé! Ama il suo lavoro, la sua famiglia e la sua casa, manca solo un uomo che possa abbracciarla sul divano mentre guarda la sua serie tv preferita, ma non ha proprio tempo per cercarlo. Sofia si iscrive ad un’agenzia d’incontri, ma ogni qualvolta che nel ristorante mette piede l’Innominabile, il suo appuntamento finisce nei peggiori dei modi.
L'innominabile non è altro che Amos "dannato" Jones.

"Volevo qualcuno con cui dormire, con cui ridere e litigare, volevo qualcuno con cui organizzare vacanze e serate. E poi volevo un uomo che si comportasse da uomo. Volevo fare tutte quelle cose e volevo Amos dannato Jones."

Amos è uno dei protagonisti della NASA di cui abbiamo tanto sentito parlare nei precedenti libri; i suoi ricordi a Red Oak Manor come tutti gli altri non sono idilliaci, ma anche se privo di affetto familiare, al suo interno ha trovato dei fratelli che lo hanno aiutato a crescere. 
Amos oggi è un pastore, un uomo colto, intelligente e di buon partito; è cresciuto sotto l'ala protettiva del pastore Burberry e non gli manca proprio nulla se non una donna con cui passare le serate sul divano.
Il loro primo incontro è da morire dal ridere e se dopo Sofia fa di tutto per stargli alla larga, di certo Amos non è della stessa opinione e grazie ad un "favore" se la tiene ben stretta.

"Le sorrisi e non le risposi. Andai alla porta, ma prima di uscire le dedicai un ultimo sguardo: mi era mancato non poterla tormentare."

La scrittura di Naike è scorrevole e intrigante, i protagonisti sono caratterizzati in maniera magistrale solo come Naike sa fare, si amano con i loro pregi e difetti. Il libro è arricchito da dialoghi con scambi di battute veloci e irreverenti che mi hanno fatto morire dal ridere e arrossare più volte (dannato Jones!). Non sapevo assolutamente cosa aspettarmi. Sembrerò ripetitiva ma questa collezione mi sorprende continuamente; la scrittrice ha reso questo libro favoloso, una storia per nulla banale, ma ben pensata e costruita. 

Lo consiglio? Assolutamente sì! Sì, se si vuole una bella storia d'amore per nulla banale. Sì, per la meravigliosa playlist che Naike ha pensato per noi e un gran Sì per Amos! Insomma, si è capito? Leggetelo! 

"E' stato Axel!"





Nessun commento:

Posta un commento