Ultime recensioni

mercoledì 15 giugno 2022

[Recensione] COME IL CIELO A MEZZANOTTE - Adele Vieri Castellano


Buonasera Impertinenti!
Oggi vi parleremo di COME IL CIELO A MEZZANOTTE, l'ultimo Romance Contemporaneo di Adele Vieri Castellano.

Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Self Publishing
Data di Uscita: 12 Maggio 2022
Prezzo: € 9.99 - Ebook € 2.99




Trama: Gaia Martinelli, veterinario specializzato in pet therapy, ha una nuova sfida da affrontare: una piccola paziente che non parla più in seguito allo spaventoso incendio in cui hanno perso la vita entrambi i genitori. Nella moderna clinica milanese in cui verrà assunta, Gaia dovrà confrontarsi con Matteo Roversi, affermato chirurgo ricostruttivo che ha fatto del lavoro la sua missione. Quest’ultimo non le renderà la vita facile, tanto meno lo faranno coloro che hanno deciso che la vita della bambina rappresenta una minaccia. 

"L'amore è fatto di devozione e dolore, significa soffrire e riemergere dalla sofferenza."




Avrete sicuramente anche voi autrici che comprate a scatola chiusa, di quelle che amate così tanto lo stile da essere certe di non beccare una delusione, la Castellano è una di quelle per me.
Il suo modo di scrivere mi coinvolge e appassiona sempre, a prescindere da dove mi porti: Egitto, antica Roma, Venezia, non fa differenza.
Questa volta ci troviamo in Italia, precisamente a Milano.
La storia comincia con l’antefatto da cui si svilupperà tutta la trama e che vede come protagonista Sonia, una dolce bambina che viene traumatizzata al punto da perdere la voce durante un incendio. È intorno alla piccola che la vicenda prende vita, è grazie a lei se i nostri protagonisti, Matteo e Gaia, sono costretti a instaurare un rapporto professionale mettendo da parte la reciproca antipatia iniziale.

Rinomato chirurgo lui, esperta veterinaria lei, insieme prendono a cuore il destino di Sonia e collaboreranno, nonostante gli scontri, per ridare voce e vita alla bambina. 
Sono due personaggi molto diversi, con un vissuto differente. Gaia è una donna ottimista, serena. Matteo, invece, è un uomo segnato dal dolore, uno strazio profondo con cui convive ma che non ha superato. Dei due, è lui il personaggio che colpisce e come non potrebbe: bello, affascinante, di successo, forte, schivo al punto da destare quella curiosità che spingerebbe ogni donna a volerlo conoscere davvero, ad oltrepassare quel muro che si è costruito intorno, a salvarlo dai demoni che lo tormentano.
E la nostra Gaia non fa eccezione.
Per quanto si sforzi di non oltrepassare la linea del quieto vivere, anche lei si ritrova risucchiata nel vortice dell’attrazione che fatica a tenere a bada.

Un nodo di lacrime le salì in gola. 
Oddio, pensò, potrei amare quest’uomo alla follia ma non posso, non voglio, non devo, e un’ombra calò su quel pomeriggio fino a quel momento piacevole. L’ombra dell’amore, che come quella degli alberi, stava calando su di lei con subdola dolcezza.

Quello che Gaia non sa e è che quel muro che tiene chiuso il cuore di Matteo, pian piano, giorno dopo giorno, si rompe. Piccole crepe da cui però entra una luce a cui lui non riesce ad opporsi e da cui, inevitabilmente, si lascia trascinare.

Porterò dolore e tempesta – l’avvisò e fece un passo, poi un altro. 
L’affronteremo insieme – mormorò tranquilla.
Non volevo innamorarmi di te 
Nemmeno io, se è per questo

L’aspetto suspense che ruota intorno alla salvezza di Sonia non è il fulcro della storia ma un di più, un’aggiunta che rende più intrigante e completo il romanzo che resta comunque a tinte rosa (lo preciso per chi non ami il genere). 
Lettura interessante, forse un tantino prolissa in richiami e aneddoti storici che avrei preferito più brevi, ma assolutamente consigliata sia a chi conosce già l’autrice sia a chi non la conosce, perché potrebbe essere un buon punto di partenza per poi deliziarsi con tutte le sue opere.



Nessun commento:

Posta un commento