Ultime recensioni

mercoledì 9 settembre 2020

[Recensione] TUTTI I BACI CHE NON TI HO ANCORA DATO - Naike Ror

 

Ciao Amiche  Impertinenti, oggi vi parliamo del romanzo TUTTI I BACI CHE NON TI HO ANCORA DATO di Naike Ror.


Genere: Romance Contemporaneo
Casa editrice: Amazon Publishing
Data di Uscita: 07 Luglio 2020
Prezzo: € 9.99 - Ebook € 3.99

Sinossi: Cosa ci fa Kathleen Howard Moore, col suo parka di cashmere e gli stivaletti di alta moda italiana, in uno sperduto paesino delle Montagne Rocciose? Per di più sola e senza un soldo? Eppure fino a qualche mese fa nella sua vita c’erano prestigiosi incarichi nelle ambasciate statunitensi di tutto il mondo, una famiglia ricca e rispettata, un fidanzato bello e potente... che poi l’ha tradita e annientata. È riuscito a portarle via tutto, lasciandole solo un gelido vuoto nel cuore e un’avvelenata voglia di vendetta. E Kathleen ha deciso di ripartire dall’inizio, dalle sue origini, da quella madre che la dette in adozione agli Howard Moore appena nata. Saint Mary, in Montana, è il piccolo villaggio di montagna dove cercarla, e dove Kathleen spera anche di ritrovare se stessa. Ma boschi innevati, buona cucina tradizionale e tranquilla vita di paese possono davvero riscattare una rampante newyorkese, abituata a ristoranti stellati e tacchi vertiginosi? E se, oltre alla sua famiglia di origine, Kathleen trovasse a Saint Mary anche un uomo capace di tenerle testa, con una lingua tagliente e dei magnetici occhi verdi? Allora forse quel riscatto tanto cercato potrebbe veramente realizzarsi, e nel modo più dolce e inaspettato...

Sotto la neve del Montana si nasconde la primavera di Kathleen

I COLORI DELL'AMORE Series
#1. Tutto il blu che parla di noi
#2.  TUTTI I BACI CHE NON TI HO ANCORA DATO
 

Naike Ror colpisce ancora con il romanzo TUTTI I BACI CHE NON TI HO ANCORA DATO, edito Amazon Publishing.

Tradita dal fidanzato poco prima di fare il grande passo, e niente meno che con sua sorella minore, Kathleen Howard Moore si trova in una situazione di stallo. La sua famiglia è in rovina economica, non parla con sua sorella e sembra che tutti i suoi amici siano evaporati nell’esatto istante in cui la sua famiglia ha perso tutto.

Il suo futuro è incerto, non sa più cosa desiderare della vita. L’unica soluzione sembra quella di partire per un paesino sperduto del Montana e rintracciare i suoi genitori biologici, sperando così di poter finalmente scoprire meglio chi è.

Cresciuta da una famiglia di diplomatici, Kathleen di certo si fa notare subito in un paesino con poco più di 50 anime, dove la moda sembra ferma al secolo precedente. La nostra protagonista trova rifugio in un piccolo residence, tra pittoreschi paesaggi e personaggi improbabili.

È proprio lì che la protagonista si scontra con il tenebroso Ryan, responsabile della manutenzione e cognato della proprietaria. Tra battibecchi, litigate, incidenti, risate e grandi rivelazioni, il viaggio di Kathleen alla scoperta di sé stessa ha inizio.

 

«Non chiedermi di andarci piano: ormai ci conosciamo fin troppo bene. Non dettarmi tempi e regole: ormai le abbiamo bruciate tutte. Non chiedermi di lasciarti andare: abbiamo troppo poco tempo e troppi chilometri che ci separano. E in ogni caso, anche se tu mi chiedessi una di queste cose, io non ne farei nessuna.»

 

Amo la scrittura di Naike Ror nei romance, ma la amo ancora di più quando esce fuori dagli schemi e mi passa alla narrativa più mainstream!

Tutti i baci che non ti ho ancora dato è sicuramente un romanzo d’amore, ma definirlo solo così non gli renderebbe giustizia. Grazie alla terza persona, l’autrice ci rende spettatori di un viaggio a 360 gradi alla scoperta di sé stessi. Un vero viaggio nell’animo umano.

I paesaggi del Montana escono dalle pagine, le parole usate per descriverli riescono a penetrare nelle ossa. Il paesaggio non lo leggiamo, lo viviamo e lo percepiamo.

La protagonista, all’apparenza superficiale, in realtà sta attraversando un problema di identità. Il lettore prova empatia perché può succedere a tutti di sentirsi persi, almeno una volta nella vita. Kathleen non ha nessuno su cui contare, o meglio, non può contare al momento sulle persone a lei più vicine perché deve prima imparare a contare su sé stessa. Ecco allora che decide di scoprire di più sul suo passato.

Il viaggio verso il Montana altro non è che un modo per Kathleen di riscoprire la sua personalità, di capire cosa vuole dal futuro e di ritornare a patti con la sua vita.

Incontrare Ryan è stata solo la ciliegina sulla torta per il suo cuore perché ha trovato soprattutto una passione, uno scopo, una nuova famiglia, delle persone speciali e un posto da poter chiamare finalmente “Casa”.

Allo stesso tempo Naike ci parla anche di Ryan, burbero e un po’ ruvido, ma che nasconde un dolore e un senso di colpa per il fratello, sulla sedia a rotelle dopo un incidente in missione. Ryan non riesce a non preoccuparsi di lui e di sua cognata, nonostante loro non abbiano davvero bisogno del suo aiuto. Sente il dovere di restare a Saint Mary, Montana, per occuparsi del residence, ma così facendo sta in qualche modo mettendo in stand by la sua vita e il suo futuro.

 

«Si chiama Ryan, non Brian. Fossi in lei non sbaglierei il suo nome, perché è molto, molto permaloso.»

 

Ryan e Kathleen riusciranno a scoprire meglio la loro personalità e i loro desideri. Impareranno che vuol dire vivere davvero le proprie vite e a fare spazio nel loro cuore.

I personaggi secondari sono meravigliosi, in particolare devo nominare la Signora Violet. Un’anziana, arzilla, che purtroppo soffre di demenza senile, ma ha l’animo di una leonessa d’altri tempi che conquisterà il cuore dei lettori.

Insomma, Impertinenti, iniziate questo viaggio spettacolare tra le montagne del Montana. Non ve ne pentirete.



 

Nessun commento:

Posta un commento