Ultime recensioni

venerdì 29 aprile 2022

[Recensione] ANIMALI FANTASTICI 3. I SEGRETI DI SILENTE - film con on Eddie Redmayne, Jude Law e Mads Mikkelsen


Oggi il nostro cinefilo impertinente ci parla di ANIMALI FANTASTICI 3. I SEGRETI DI SILENTE, il film con Eddie Redmayne, Jude Law e Mads Mikkelsen. Recentemente uscito nei cinema.

Genere: Avventura, Fantasy
Regia: David Yates
Soggetto: dal libro di J. K. Rowling
Sceneggiatura: Steve Kloves, J.K. Rowling
Fotografia: George Richmond
Montaggio: Mark Day
Musiche: James Newton Howard
Scenografia: Stuart Craig
Costumi: Colleen Atwood
Produzione: Warner Bros.
Attori: Eddie Redmayne, Mads Mikkelsen, Jude Law, Ezra Miller, Katherine Waterston, Alison Sudol, Dan Fogler, Jessica Williams, Callum Turner, Richard Coyle, Valerie Pachner, Poppy Corby-Tuech, Fiona Glascott, Oliver Masucci
Paese: USA
Anno: 2022



Trama: 
continua l’inarrestabile ascesa del malvagio e potente Gellert Grindelwald, e solo un piccolo gruppo di maghi, guidati da Albus Silente, sembra avere il potere e la volontà per provare a fermarlo.





Se ascolti con attenzione, il passato ti sussurra.

Bene gente, è arrivato il momento di spendere due parole sul film che aspettavo da un anno.
Sempre accompagnato dalla costante scommessa che rivolgo a me stesso ogni volta che vado al cinema: ma questo film le varrà le due ore di viaggio che sto per farmi? 
La risposta è sì, ma anche boh. Perché è stato bello, ma non è stato il film che mi sarei aspettato.


Questa è la squadra che abbatterà il mago più pericoloso da oltre un secolo: un magizoologo, la sua indispensabile assistente, un mago discendente da un'antica famiglia, una professoressa e... un babbano!

Il film riprende esattamente da dov’era rimasto il secondo capitolo, con Grindelwald che scorrazza libero dopo essere evaso, Silente che cerca di spezzare l’incantesimo che li lega e Credence che sprofonda sempre di più nell’oscurità che lo divora, mentre il mondo magico indice elezioni per eleggere il suo rappresentante. In questa polveriera pronta ad esplodere, noi seguiremo le vicende del giovane Newt, sempre impegnato in compiti difficili e pericolosi.

Benissimo. Dopo aver visto il film, però, sono andato a gironzolare per il web alla ricerca di informazioni e ho scoperto che si tratta del terzo capitolo di cinque. Una sorta di giro di boa verso il climax finale. Esattamente quello che avevo intuito. 
Il film, infatti, perde quasi completamente i toni dark che contraddistinguevano i primi due capitoli, per buttarsi su una narrazione più ironica e d’azione. L’adrenalina e la computer grafica scorrono fluenti, come le magie sparate nelle continue scene d’azione. Di certo non si può dire che il film annoi, anzi, le due ore e venti di durata passano in un lampo. Ma qualcosa mi è rimasto incastrato in gola.


Le cose non sempre sono come appaiono.

In questo contesto, le parole di Albus sono più che azzeccate. 
La recitazione è ovviamente di altissimo livello. Gli attori ingaggiati sono professionisti affermati e rendono il prodotto piacevole. Mikkelsen nel ruolo di Grindewald non ha nulla da invidiare a Johnny Depp, anzi, ritengo sia persino più bravo e adatto alla parte. Quindi cosa c’è che non va?

C’è che nonostante le riprese siano state ritardate di un anno per permettere alla Rowling di scrivere la sceneggiatura, l’impressione che il film mi ha dato è quella di un episodio filler. Un prodotto messo lì per vendere e per fare da ponte. Con una trama lineare che ribadisce concetti già intuiti e che trova “facili scappatoie” per alcune questioni spinose sollevate negli episodi precedenti. 



Non fraintendente: il film è davvero piacevole e merita di essere visto, ma con qualche accorgimento in più avrebbe potuto essere migliore. Credo.
 
Ma questo è solo il mio parere e per citare Albus Silente: “La verità è una cosa meravigliosa e terribile, e per questo va trattata con cautela”.


Voto: 4
L’amichevole GM di quartiere.

Nessun commento:

Posta un commento