Ultime recensioni

domenica 9 settembre 2018

[Recensione] LA FINE DELL'INNOCENZA - Alessandra Torre

Niente di nuovo all'orizzonte!

Genere: Erotico
Casa editrice: Select Publishing
Data di Uscita: 26 Aprile 2018
Prezzo: € 12.72 - Ebook € 4.49

Sinossi: Lui pensava di essere mio. Lui pensava di amarmi e che gli bastassi. Ma questo animale, questo dio del sesso che riusciva a farmi impazzire e a rubarmi il cuore nello stesso respiro, non sarebbe mai stato completamente mio. Era impossibile. Nessuno mai avrebbe potuto possedere un dio…
Un anno. Ho un anno per scoprire di più sull’uomo che sto per sposare. Di più sulla sua famiglia. Di più sul sesso che ci unisce e su tutti i luoghi scandalosi e deliziosi in cui mi condurrà.
Pensavo che avrei usato quest’anno per prendere una decisione. Non avrei mai pensato che quella decisione mi sarebbe stata portata via, strappata direttamente dalle mie piccole e ingenue mani.


Serie "Innocence"
#1. Peccato d’innocenza
#2. Maliziosa innocenza
#3. LA FINE DELL'INNOCENZA



La serie Innocence di Alessandra Torre è giunta al termine ad Aprile 2018. La trilogia di amore e sesso sfrenato ha raggiunto il suo epilogo. la coppia Brad e Julia ha trovato una sua collocazione e di certo non ci aspettavamo un finale diverso.

Di questa trilogia mi sono piaciuti i titoli dei romanzi: hanno perfettamente spiegato cosa è successo nella vita di Julia da quando ha conosciuto lo spregiudicato Brad e di come si sia lasciato incantare dal suo mondo erotico. Di certo non è un argomento nuovo ai nostri occhi e per questo motivo mi aspettavo qualche idea che potesse stuzzicare un genere ormai noto alla maggior parte di noi.

LA FINE DELL’INNOCENZA descrive come la nostra protagonista si sia lasciata affascinare da questo uomo alpha che le ha svelato il torbido di corpi condivisi ed eccitanti. Altro non ho trovato. Abbiamo letto come Julia sia cresciuta e come sappia tener testa ad adulti che vorrebbero prevaricare, che vorrebbero zittirla ma alla fine la sua serietà di donna emerge e si impone in ufficio e in famiglia. Penso che sia il minimo in un romanzo che voglia conservare un po’ di dignità femminile.

L’ambientazione erotica si colora delle note non sempre ‘pulite’ del mafia romance ma è un cameo un po’ troppo ristretto per poterlo tenere in considerazione.

Brad De Luca è troppo osannato per i miei gusti. Della serie che se lo pensa veramente di essere un semidio ma troppa ostentazione non mi è gradita. Interessante è l’atteggiamento che mantiene con la sua famiglia e le sue origini di figlio di capomafia e proprio in questo vediamo la potenza della fantasia dei romance.

L’autrice scrive in maniera semplice, con un linguaggio che si adegua al contenuto ma trovo che ci sia carenza di fantasia. Ciò, infatti, non ha mantenuto desta la mia attenzione e mi ha lasciato del tutto estranea a ciò che leggevo. Si può fare di più, Alessandra può.


 . .

Nessun commento:

Posta un commento